I microregistratori: la risposta alle tue domande

I microregistratori: la risposta alle tue domande

Immagina una stanza con il tuo partner che sta parlando con qualcuno di sospetto.O un tuo socio d’affari che sta discutendo un accordo alle tue spalle in compagnia di eleganti business men. O i tuoi impiegati che passano informazioni importanti alla concorrenza. O magari si tratta dei tuoi figli. Tua figlia sta ancora uscendo con quell’idiota? E tuo figlio, cosa fa quando è solo in casa?

Le applicazioni che possono avere i microregistratori di ultima generazione sono davvero numerosissime: dallo svago al lavoro, dallo studio al controllo fino addirittura allo spionaggio di situazioni poco chiare.
Partendo dai più piccoli, è possibile usare un microregistratore per esempio durante una lezione, in modo da cogliere più informazioni possibili ed essere facilitati nello studio; perfette a questo scopo sono ad esempio le penne rec, ma anche le più comuni scatolette di dimensioni davvero piccole e quindi occultabili ovunque; con lo stesso oggetto sarà possibile, nel tempo libero, registrare musica, dare un’occhiata alla fidanzata poco fedele, riprendere le proprie imprese sportive o semplicemente divertirsi un pò.

Invece, un business man moderno può ricorrere ad un registratore digitale per prendere appunti al volo mentre si trova in auto, bloccato nel traffico, per registrare una importante riunione o un incontro con un cliente, ed analizzarne i dettagli per redigere un’offerta vincente; monitorare il proprio ufficio quando non è sul posto di lavoro e guardarsi bene dai dipendenti furbi.

Ma i microregistratori si adattano alle esigenze di tutti, anche della casalinga infastidita dai dispetti dei vicini o poco fiduciosa nei confronti del marito sfuggente. L’attivazione vocale automatica permette ad esempio l’azionamento del prodotto, in maniera autonoma, solamente quando questo percepisce una voce o un rumore, permettendo un notevole risparmio energetico.

Inoltre, le dimensioni ridotte e l’alta capacità di memoria su scheda flash, permettono di usare i registratori digitali per oltre 1200 ore di attività, e di occultarli pressoché ovunque: all’interno di un portachiavi, su occhiali da vista o da sole, dentro cinture o collane, in una tasca o in una presa elettrica.

2 thoughts on “I microregistratori: la risposta alle tue domande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.