Ruby, intercettazioni: il comune senso del pudore

Ruby, intercettazioni: il comune senso del pudore

“Sei mila Euro… brava figlia mia, adesso riposati”

Per “una settimana” trascorsa con “lui”, assieme ad altre ragazze, Elisa Toti ha portato “a casa” sei mila euro, “dodici milioni” di vecchie lire. Lo racconta la stessa giovane in una telefonata alla madre, che si trova tra le molte intercettazioni depositate insieme alla richiesta di giudizio immediato per Silvio Berlusconi nell’ ambito del caso Ruby.
Conversando con la mamma, lo scorso 9 gennaio, la ragazza, una delle ospiti alle feste di Arcore, spiega di essere “appena tornata a casa” e dice di essere “preoccupata per la salute di lui”.
La madre, invece, sembra preoccuparsi di altro: “Senti eeee quanto v’ha dato?”. La figlia: “Cinque piu’ quegli altri mille quindi, quindi sei”. La madre e’ contenta: “Dici niente? Capito? eee poi che vi ha detto quando lui vi ripotra’ vedere”.
Risposta: “Ce lo dira’ lui”. La ragazza racconta di essere stata “una settimana (…) alcune sono arrivate martedi’ io mercoledi’ (…) mamma mia una cosa allucinante”. E ora e’ stanca: “Non ti puoi immaginare in che condizioni sono guarda (…) sono in condizioni pietose, pietose proprio (…) ora mi ci vorra’ un mese perrr, ora quei, quei soldi che ho preso mi (…) serviranno per rimettermi a posto dopo questa settimana”. La mamma fa due conti: “Sono dodici milioni”, di vecchie lire. E la Toti: “Si ma no, non dire niente ee”‘. La signora, quindi, la saluta: “Ti lascio perche’ ti devi, devi andare a riposare”.

“Eh, ma sei scema? Ma anche se fai non fai, fatti dare!

Sono quasi le 4 del mattino, quando il suo ragazzo, al telefono, preme perche’ si faccia “dare” i “vestiti” come compenso per la sua presenza alla “cena”, ma lei, Imma De Vivo, una delle gemelle che ha frequentato i presunti festini a luci rosse ad Arcore, risponde, da Villa San Martino, che probabilmente non prendera’ nulla perche’ “mi ha dato da poco”.
Il dialogo emerge da una delle intercettazioni, inserite tra gli atti allegati alla richiesta di giudizio immediato per Silvio Berlusconi, imputato per il caso Ruby.

Continua a leggere su Rai News 24

Intercettazioni telefoniche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.