L’FBI vuole maggiori poteri per spiare la rete.

L’FBI vuole maggiori poteri per spiare la rete.

Rendere la rete più “wiretap-friendly”, ossia più facile da spiare ed intercettare. È questo ciò che sta facendo l’FBI esercitando pressioni sulle grandi aziende telematiche, come Yahoo e Google, affinché supportino la proposta che imporrebbe loro di fornire backdoors per ragioni di spionaggio di stato.

Il Bureau ha già incontrato esponenti di queste compagnie, come anche della Microsoft, che possiede Hotmail e Skype, di Facebook, e di altri soggetti interessati, per discutere su una proposta di legge, abbozzata dallo stesso FBI, che renderebbe i codici di Social Network, servizi email, VoiP e messaggeria istantanea, più facili da intercettare.

Tutto ciò, secondo il Bureau, per fronteggiare il problema chiamato “Going Dark”, ossia la difficoltà nell’intercettare, da quando le comunicazioni si sono spostate dai servizi telefonici tradizionali alle compagnie di servizi Internet.

Nel 1994 fu emanato il CALEA, un atto che imponeva alle telecomunicazioni di rendere i loro sistemi “wiretap-friendly”, un atto che è stato esteso nel 2004 ma che non è mai arrivato a comprendere le compagnie Web.

Per questo l’FBI nel 2010 ha presentato un altra proposta che mirerebbe a creare delle backdoors nei sistemi di comunicazione criptati, per renderli più aperti alle intercettazioni, nel caso in cui queste fossero necessarie.

Già sotto il potenziale attacco di malintenzionati, che con servizi di monitoraggio pc a distanza e keyhunter possono intrufolarsi nei computer degli utenti, gli utilizzatori della rete, ancor prima delle compagnie Web, iniziano a chiedersi quanto possa rimanere della propria privacy, avendo l’FBI accesso ad una tale mole di informazioni.

One thought on “L’FBI vuole maggiori poteri per spiare la rete.

  1. ok tra un po ci sara- vietato anche di respirare ottimo americani andate avanti cosi bel governo bella democrazia fbi tanto come sempre accetteremo tutto perche chi va contro fbi? vero? e invece bisognerebbe che i capi di governo americani siano piu rigidi verso i federali cosa che nn stanno facendo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.