Caso Ruby: indiscrezioni sulle intercettazioni telefoniche di Nicole Minetti

Caso Ruby: indiscrezioni sulle intercettazioni telefoniche di Nicole Minetti

Sono state rivelate le prime indiscrezioni sulle intercettazioni telefoniche ad Arcore di Nicole Minetti, in relazione al caso Ruby. Il consigliere regionale lombardo è infatti indagato per favoreggiamento della prostituzione insieme a Silvio Berlusconi, che aggiunge un’ipotesi di reato anche di concussione. L’ex igienista dentale e ballerina di Colorado Cafè è infatti stata la “delegata per la presidenza del Consiglio” ad occuparsi di Karima “Ruby” el Marough nella notte fra il 28 e il 28 maggio 2010, quando per l’appunto scoppiò il caso Ruby e delle feste alla villa di Arcore.

Nel settembre del 2010 Nicole Minetti invita una sua ex compagna di scuola ad una delle famose cene ad Arcore. Al telefono la prepara dicendo: “Ti devo briffare, ne vedrai di ogni!”. Successivamente l’amica della Minetti si lamenterà più volte al telefono delle scene a cui ha assistito alla cena col premier. Stessa reazione avuta da un’altra ragazza interrogata dai pm Bassinni e Sangermano: si tratta di una ballerina di danza del ventre, che in merito alla partecipazione ad alcune di queste feste ad Arcore, avrebbe dichiarato di essere “disgustata” da ciò a cui avrebbe assistitito in quelle serate. Altre intercettazioni telefoniche riguardano Mariarosaria Rossi, deputata del pdl (la stessa che aveva organizzato due cene al Castello di Tor Crescenza con le deputate del pdl proprio durante la crisi con Fini), che in merito a una cena ad Arcore, al cellulare con una delle ragazze invitate raccomanda “A mezzanotte, però, stavolta tutti a letto!”, in previsione di un impegno politico del premier l’indomani mattina con Schifani. La Procura di Milano intanto rassicura: le intercettazioni utilizzate sono solo quelle verso terzi (come la Minetti, Lele Mora e Emilio Fede) e non certo quelle di parlamentari come Berlusconi, che richiederebbero delle autorizzazioni particolari.

Fonte: www.haisentito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.