Renault: spionaggio, dirigente licenziato sporge denuncia

Renault: spionaggio, dirigente licenziato sporge denuncia

Uno dei tre dirigenti Renault licenziati nella vicenda di spionaggio industriale sull’auto elettrica ha sporto denuncia per calunnia. Lo ha annunciato il suo avvocato. Michel Balthazard, membro del comitato di direzione di Renault, è stato licenziato per «colpa grave» dalla casa automobilistica francese, che lo accusa di aver ricevuto denaro in cambio di informazioni confidenziali sulla strategia di Renault per lo sviluppo di vetture elettriche. Un’accusa che, ha dichiarato il suo legale Pierre Olivier-Sue, il manager respinge e giudica «lesiva del suo onore». Sulla vicenda è già aperto un fascicolo giudiziario, dopo la denuncia contro ignoti dell’azienda per spionaggio industriale, furto e ricettazione. Secondo il procuratore della Repubblica di Parigi, Jean-Claude Marin, si tratta di «un affare complesso, che richiederà indagini internazionali», dato che la denuncia riguarda «la fornitura di elementi d’interesse per il segreto economico francese a una potenza straniera». Secondo indiscrezioni di stampa, la pista privilegiata sarebbe quella cinese, cosa che però nessuno, nè Renault nè gli inquirenti o il governo francese, ha ancora confermato.

Fonte: L’Unico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.