“Mi perseguitano”. Bocchino denuncia per stalking Feltri, Belpietro e Sallusti

“Mi perseguitano”. Bocchino denuncia per stalking Feltri, Belpietro e Sallusti

Il capogruppo di Futuro e Libertà annuncia un’azione penale contro i direttori di Giornale e Libero

Italo Bocchino si appella alla legge sullo stalking contro Belpietro, Feltri e Sallusti. L’onorevole di Futuro e Libertà per l’Italia e la moglie Gabriella Buontempo hanno denunciato i quotidiani Libero e Il Giornale per il reato che punisce chi perseguita le persone. Il deputato l’aveva annunciato a fine anno, e ora l’ha fatto davvero. La legge 38/2009 è stata introdotta per punire le ripetute molestie a sfondo sentimental-sessuale di amanti abbandonati o respinti, casi nei quali ci sono persone che telefonano di notte, si appostano sotto casa e non danno pace agli ex che di loro non vogliono saperne più, ma non è questo lo stato dei rapporti tra l’esponente di Fli e i direttori Alessandro Sallusti, Maurizio Belpietro e Vittorio Feltri .

POSSIBILE APPLICAZIONE – Il 612 bis si applica infatti anche a chi eserciti minacce o molestie ripetute non necessariamente a sfondo sessuale, purché cagioni un “perdurante e grave stato di ansia o paura” o “un fondato timore per la incolumità propria o di un congiunto”. I coniugi Bocchino si sentirebbero perseguitati dai ripetuti articoli su di loro pubblicati dai due quotidiani a partire dall’inizio della frattura tra finiani e resto del Pdl. Ieri il Giornale titolava: “I Pm di Napoli indagano su un milione sospetto alla coppia Fini-Bocchino”, facendo riferimento a una presunta mazzetta ricevuta dall’imprenditore napoletano Alfredo Romeo durante una gita in barca. C’erano stati in precedenza anche una telenovela su un presunto prestito che Bocchino non avrebbe mai restituito e una sulle presunte pressioni in Rai per far lavorare la società di produzione della signora Buontempo.

PERSECUZIONE DEBILITANTE – Per i coniugi, questa sarebbe persecuzione e nella denuncia querela presentata a Roma spiegherebbero, secondo indiscrezioni, la loro situazione di difficoltà emotiva.

Continua a leggere su Giornalettismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.