Lo scandalo calcio-scommesse scoperto grazie alle intercettazioni telefoniche

Lo scandalo calcio-scommesse scoperto grazie alle intercettazioni telefoniche

Beppe Signori e altri celebri calciatori sono coinvolti in un giro di scommesse riguardanti alcune partite di calcio che sarebbero state truccate. Dopo sei mesi di indagini e alcune intercettazioni telefoniche, ecco in arrivo un nuovo scandalo che riguarda lo spot più amato dagli italiani. L’organizzazione criminale era formata da 16 persone, che tra il novembre del 2010 e l’aprile scorso hanno cercato di intervenire sul risultato di almeno 18 partite, condizionando in alcuni casi l’esito finale, intascando così centinaia di migliaia di euro provenienti dalle scommesse. Le telefonate tra gli appartenenti al gruppo criminale ci svelano come venivano truccate le partite.

Dalle indagini è emerso il tentativo di condizionare il risultato di diverse partite. Come il match del 14 novembre 2010 tra la Cremonese e la Paganese, dal quale sono partite le indagini: per evitare che la squadra di Cremona vincesse (cosa che poi è successa) uno dei giocatori avrebbe inserito nelle bevande dei suoi compagni un ansiolitico, causando il ricovero in ospedale di due persone e un incidente stradale per un terzo giocatore. A compiere il fatto il portiere Marco Paoloni, dalle cui intercettazioni è emerso tutto.

Tre i gruppi facenti capo a questa organizzazione criminale. C’erano i Milanesi, gli Zingari, i Bolognesi, il cui leader sarebbe Beppe Signori, agli arresti domiciliari. I poliziotti lo hanno pedinato a lungo, scoprendo che aveva rapporti stretti con altri personaggi coinvolti nel caso e scoprendo anche che in queste partite lui aveva investito moltissimo denaro.

Il gruppo ha anche tentato di condizionare un match di serie A, quello tra Inter e Lecce del 20 marzo, che finisce 1 a 0 e non con i tre gol, come aveva scommesso l’organizzazione. Sarebbe proprio questo l’episodio che vedrebbe coinvolto anche Stefano Bettarini, divorziato dalla showgirl Simona Ventura, attualmente solo indagato.

Fonte: www.haisentito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.