Giustizia, Pdl accelera su processo breve e intercettazioni

Giustizia, Pdl accelera su processo breve e intercettazioni

Domani riunione su testi ddl. Martedì Alfano su riforma Carta

Sul processo breve e il ddl intercettazioni il Pdl punta a una decisa accelerazione. La conferma viene dalla riunione odierna della Consulta giustizia del partito guidato da Silvio Berlusconi, nella quale si è discusso in particolare di questi temi, mentre per quanto riguarda l riforma costituzionale della giustizia sarà lo stesso ministro Angelino Alfano a dare maggiori dettagli all’organismo di partito che lo ha invitato per martedì prossimo.

“Il processo breve andrà in aula così com’è”, spiega uno dei parlamentari azzurri presenti alla riunione, “si valuterà poi in quella fase (è calendarizzato per il 28 marzo, ndr) se toglier la normativa transitoria dal etsto”. La norma transitoria è quella che è stata definita ‘ammazza-processi’, al centro di aspre contestazioni soprattutto dei dirigenti degli uffici giudiziari e dell’Anm.

Ancora da definire, per quanto riguarda il ddl intercettazioni, se la maggioranza proporrà di tornare al testo approvato dal Senato, cancellando le sole modifiche imposte dalla mediazione della presidente finiana della commissione Giustizia della Camera, Giulia Bongiorno, oppure se un emendamento ripristinerà il testo originario del Governo, per molti aspetti ancor più restrittivo. All’approfondimento ‘tecnico’ sui testi dei due provvedimenti sarà dedicata la prossima riunione della Consulta, che si è riconvocata per domattina alle 11.

Fonte: Virgilio Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.