Da dipendenti a hacker: due denunciati per spionaggio industriale

Da dipendenti a hacker: due denunciati per spionaggio industriale

 

Due ex-dipendenti di un’azienda di Parma che sviluppa software per aziende sono stati denunciati dalla Polizia Postale di Bologna per spionaggio industriale. I due rubavano software all’azienda da cui s’erano licenziati per poi rivenderli a prezzi inferiori.

La Polizia Postale di Bologna ha denunciato un modenese di 45 anni e un vicentino di 36 per accesso abusivo a sistema informatico e intercettazioni di comunicazioni telematiche.
I due erano ex dipendenti della CDM Tecnoconsulting di Parna, un’azienda che si occupa dello sviluppo di software per le imprese e che ha una filiale anche a Bologna. Dopo alcuni anni di lavoro presso l’azienda i due si erano licenziati e avevano aperto un’attività concorrente a quella della CDM. I due, però, anziché elaborare software autonomamente, rubavano informazioni riservate alla loro ex azienda, in modo da sviluppare software simili a quelli della CDM, mettendoli poi sul mercato ad un prezzo inferiore.
Per incastrare i responsabili dello spionaggio, la CDM  ha messo in rete false informazioni che non appena sono state rubate illegalmente dai due ex dipendenti infedeli, ha visto l’intervento della Postale che ha perquisito la sede della loro società su ordine del pm Antonella Scandellari: nei computer di T.D., 45 anni modenese, e B.M., 36 anni di Vicenza, sono state trovate le prove del crimine.

Fonte: Bitcity.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.