Videoregistratori digitali standalone per sorveglianza: pro e contro

Non c’è dubbio che l’utilizzo di un videoregistratore digitale (DVR) ha diversi vantaggi rispetto ai tradizionali videoregistratori analogici per video sorveglianza.
Ne esistono tuttavia due tipologie: una da collegare ad un computer ed una standalone, ossia in grado di funzionare autonomamente. Saranno le vostre esigenze di sorveglianza a guidarvi nella scelta della tipologia da usare.

Cercheremo ora di spiegarvi il funzionamento dei DVR standalone, per valutare i pro ed i contro del loro utilizzo e decidere responsabilmente se acquistarne uno o meno.

La funzione di base di qualsiasi DVR è di registrare video, salvandolo su scheda di memoria o disco rigido per rivederlo in futuro. Questo viene ottenuto tramite un singolo circuito all’interno di un’unità dalle dimensioni compatte, simile ad un videoregistratore o un lettore DVD e dotata di tutti i componenti necessari alla registrazione.

Benefici di un modello standalone

I modelli standalone sono una scelta molto popolare per vari motivi:

Facili da installare e utilizzare – Uno dei maggiori vantaggi di un modello autonomo è il fatto che tutto il software e l’hardware sono già configurati, permettendovi di iniziare subito a registrare, senza i complicati processi di installazione che un modello da collegare al PC potrebbe richiedere.

Estremamente affidabili – I modelli standalone sono noti per essere estremamente affidabili, e solo in rarissimi casi possono presentare difetti di fabbricazione o di configurazione. Inoltre, non sono richiesti interventi da parte dell’utente per configurarli, il che riduce il rischio di errore.

Potenziali svantaggi di un modello standalone

Nonostante la loro efficacia e semplicità, in alcune applicazioni di sorveglianza i modelli standalone possono offrire prestazioni lievemente inferiori. Alcuni potenziali svantaggi da considerare comprendono:

Difficili da aggiornare o ampliare – Essendo costruiti come una unità completa su un circuito unico, non sono facilmente espandibili e aggiornabili. Se volete espandere il vostro sistema di sorveglianza per accogliere ulteriori telecamere, poterbbe essere necessario acquistare un nuovo DVR. Se prevedete di modificare la configurazione del vostro sistema di videosorveglianza, è meglio orientarsi verso un modello basato su PC.

Non adatti a grandi reti di telecamere – I modelli standalone possono generalmente gestire fino a quattro o otto videocamere (occasionalmente 16). Se dovete integrare più di 16 telecamere di sorveglianza nel vostro sistema di sicurezza, dovrete guardare ad un DVR basato su PC, che può ospitare una rete molto più ampia.

Questo elenco, non certo esaustivo, fornisce comunque alcuni punti da considerare per scegliere un DVR. Come per tutti gli aspetti dei sistemi di videosorveglianza, è necessario considerare con attenzione le esigenze di sicurezza per effettuare la vostra scelta.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.