Home » Intercettazioni » Stai leggendo:

Quella mafia di montagna ormai simile a Cosa Nostra

dicembre 7, 2010 Intercettazioni No Comments

Ammazzati e bruciati: un’esecuzione. Un sistema violento però spesso sottovalutato nonostante gli allarmi. Famiglie radicate nel territorio e grandi ricchezze

Un’esecuzione con rito mafioso: ammazzati a colpi di pistola e poi rinchiusi nell’auto data alle fiamme. L’epilogo drammatico della scomparsa dei due imprenditori di Vieste resuscita il fantasma di un sistema criminale di stampo mafioso sul Gargano. Un sistema sottovalutato a livello di opinione pubblica nonostante i forti e costanti richiami in questo senso, ultimo in senso temporale quello del procuratore della Repubblica di Bari, Antonio Laudati, competente per il distretto antimafia anche nel territorio della Capitanata, il quale a luglio a margine di una conferenza stampa in questura, tuonò: “La mafia garganica e’ un’emergenza nazionale, e’ un fenomeno di criminalita’ che non e’ secondo a nessun altro in Italia”. In effetti lo dicono i dati: su 141 omicidi in 10 anni sono 77 quelli irrisolti. “Probabilmente — ricordava Laudati — si tratta di un fenomeno sottovalutato e ricondotto a faide locali, di pastori e a forme di arretratezza criminale. Invece questa vera e propria guerra di mafia che e’ stata scatenata sul Gargano e’ riconducibile a una grandissima ricchezza, quella che viene dal controllo degli stupefacenti, dalle estorsioni, dal controllo dei flussi finanziari”.

Non si sa ancora se la barbara esecuzione dei due fratelli di Vieste sia riconducibile a screzi per confinamenti di terreni destinati ai pascoli oppure a questione attinenti alla loro attività di imprenditori del settore turistico O o ad altro ancora. Gli unici dati certi sono quelli delle modalità del rapimento e dell’esecuzione. Mafia, appunto.

L’EVOLUZIONE
Una mafia che sembra ormai radicata nel territorio dove le cosche, un tempo perfettamente riconducibili a famiglie in lotta per i terreni e per il bestiame, si sono organizzate. Basti ricordare la grava di San Marco in Lamis nella quale l’estate scorsa sono stati trovati durante lavori di bonifica i resti di quattro cadaveri. Un vero cimitero di mafia. Quella grotta degli orrori, profonda un centinaio di metri, secondo gli investigatori, era stata usata come cimitero da clan coinvolti nella sanguinosa faida del Gargano che in 30 anni ha prodotto decine di vittime. L’ultimo corpo ritrovato e’ del 24 agosto scorso, gli altri ritrovamenti sono del 4 agosto, quando furono recuperati due scheletri, e del 21 agosto.
Una mafia rurale che s’è evoluta nel corso degli anni, tanto da spingere il presidente della Regione Nichi Vendola, anni fa, a denunciare l’infiltrazione della cosiddetta mafia in doppiopetto anche e soprattutto in alcuni settori strategici per il Gargano come il turismo. Ne nacque una polemica feroce, il centrodestra attaccò Vendola, ma dietro le parole c’era la verità. Una verità rosso sangue.

L’INIZIO DELLA FAIDA
Il 30 dicembre 1978 e’ la data d’inizio della faida garganica tra le famiglie Libergolis e Primosa-Alfieri (poco meno di 50 morti in 31 anni). Nel corso di un litigio viene ucciso l’allevatore Lorenzo Ricucci (il figlio di 13 anni, Salvatore, rimane ferito), accusato di abigeato dai Libergolis. La vendetta si consuma nel dicembre dell’80: Giuseppe Libergolis, fratello di Francesco ‘Ciccillo’ (ucciso ieri sera) e’ ammazzato con colpi di lupara. Da allora la mattanza. Omicidi di altri allevatori, appartenenti ai due schieramenti, fanno lievitare il conto delle persone uccise sino ad arrivare alle recenti sentenze del maxi processo (nel 2009).

I DELITTI PIU’ RECENTI
Ma quella mafia di allevatori ha ormai cambiato pelle. Il 21 aprile 2009, viene ucciso Franco Romito, 43 anni, imprenditore, insieme col suo autista, Giuseppe Trotta.
Un’altra esecuzione feroce. I due viaggiavano a bordo di una Chrysler Voyager guidata da Trotta, quando furono affiancati da un’auto proveniente nel senso opposto di marcia dalla quale cominciarono a piovere colpi d’arma da fuoco. Romito solo una decina di mesi prima di essere ucciso era stato assolto da accuse pesanti: associazione mafiosa, traffico di droga, duplice omicidio. Era pero’ stato assolto sia in primo sia in secondo grado perche’ era emersa la sua collaborazione con i carabinieri a varie operazioni tra le quali una trappola tesa nella sua masseria di Manfredonia (nella quale aveva fatto piazzare microspie agli investigatori) per far confessare omicidi ed estorsioni ai boss dei clan rivali dei Li Bergolis e Lombardi.
All’uccisione di Franco Romito venne data una durissima risposta il 26 ottobre successivo con l’uccisione di ‘Ciccillo’ Libergolis, 66 anni, vecchio capoclan considerato elemento chiave nella malavita organizzata garganica.

Continua a leggere su Repubblica Bari

Microspie ambientali

Commenti su questo articolo







Guida al controspionaggio

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 2)

LEGGI LA PRIMA PARTE… – La scatola di una presa elettrica sembra essere stata spostata. Le prese elettriche sono tra i punti dove più frequentemente vengono nascosti dispositivi di intercettazione, così come lo sono i rilevatori di fumo, le lampade o gli interruttori. Se notate della sporcizia (tipo segatura o …

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 1)

A casa, in ufficio ed in qualsiasi posto vi troviate potreste essere spiati. Chiunque voi siate, e qualsiasi cosa facciate, vi può capitare di incontrare persone che, per interesse o per avidità di potere, desiderano di venire in possesso di vostre informazioni riservate, sia per danneggiarvi che per ottenere un …

Il fisco controllerà anche i telefoni

Tra le grandi manovre di controllo che si stanno operando per monitorare i contribuenti, pare che gli agenti 007 dell’Agenzia delle Entrate si stiano concentrando sulle intercettazioni del nostro cellulare. Iphone, Samsung o qualsiasi altra marca sia, il fisco non si pone limiti. Non si tratta di spiare il contenuto …

Guide alla videosorveglianza

Come arrestare il key bumbing, il furto senza traccia

La nuova frontiera dei furti, per ladri in continuo aggiornamento, è il “key bumping”. Si tratta dell’arte di aprire le porte delle abitazioni senza lasciare segni di effrazione. A Roma, i Carabinieri hanno arrestato una banda di georgiani, ben 37 persone, specializzate in furti in appartamenti nella città e in provincia. L’organizzazione criminale è risultata responsabile di decine di colpi in appartamenti, e in particolare, è specializzata nella tecnica consente …

I consigli del ladro per una difesa ottimale contro i furti in estate.

furti in appartamento

Le vacanze, per molte famiglie italiane, sono già iniziate. Le città si svuotano e le case rimangono sempre più isolate, soprattutto se i vicini decidono di partire nello stesso periodo. Quella delle vacanze estive, quindi, diventa un’occasione per ladri, professionisti e no, per entrare in azione, in quanto hanno meno possibilità di essere visti e acciuffati e possono, così, agire con più calma. Il giornale napoletano “Il Mattino” proprio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 4 – Visione filmati e integrazione

Passiamo alla quarta ed ultima parte della nostra guida, rispondendo a domande su come visualizzare i video di sorveglianza e come integrare le proprie apparecchiature di sorveglianza con altri sistemi video. 6. Visualizzare i video La maggior parte dei video di sorveglianza non viene mai vista da esseri umani, se non per indagini storiche. Alcuni sistemi a circuito chiuso consentono la visione in diretta, ad esempio come sistemi antitaccheggio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 3 – Salvataggio filmati e analisi video

Proseguiamo con le nostre 7 domande, con la parte dedicata ai supporti di salvataggio dei filmati video, e all’analisi dei filmati registrati. 4. Salvataggio I video di sorveglianza sono quasi sempre salvati per recupero e revisione. La durata media dello stoccaggio è tra i 30 e i 90 giorni, anche se in alcuni casi il periodo può essere più breve, o durare anche per qualche anno. I due elementi più …

Contattaci


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

CONTATTACI SU SKYPE

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Intercettazioni.eu

Un aggregatore di articoli e guide online, su argomenti legati allo spionaggio, contro spionaggio, controllo accessi, intercettazioni, Sicurezza personale, protezione dei propri beni e dei vostri affetti.

Ricerca intestatario numero di cellulare

Vuoi sapere il titolare di un numero di telefono cellulare? o viceversa vuoi conoscere il numero di telefono partendo dall'intestatario? I numeri esteri non sono un problema! Chiamaci: 0803026530

Fornitura di sim card anonime

In abbinamento con i nostri telefoni cellulari Stealth Phone, per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza alle vostre conversazioni telefoniche, da oggi possiamo offrirvi anche una serie di schede SIM anonime, per ottenere le quali non c’è bisogno di alcuna registrazione.
Chiamaci per saperne di piu' allo 0803026530!

Recupero sms cancellati

Recuperiamo sms, dati cancellati da sim card e telefoni cellulari. Devi inviarci la sim card e/o il telefono cellulare. In meno di una settimana riceverai i dati estratti per e-mail o per posta. Chiamaci per ulteriori informazioni: 0803026530

Come localizzare un cellulare

Come si fà a localizzare un cellulare?. Tutti i telefoni cellulari una volta accesi e collegati alla rete dei provider telefonici mobili sono rintracciabili geograficamente. Chiamaci per saperne di piu': 0803026530

Sblocco codici autoradio

Il codice di un autoradio è unico, per ogni radio associata ad ogni telaio, in genere si trova scritto a penna in qualche libretto di garanzia o manutenzione dalla concessionaria. Se è impossibile ritrovarlo, chiamaci: 0803026530

Recupero password perse

Hai dimenticato la tua password per Excel, word, myspace, aol, facebook, yahoo, msn, hotmail, live, gmail, libero, aim, aol....etc? Possiamo aiutarti, chiamaci: 0803026530