Kabul, l’esercito spiava alcuni ospiti vip

Kabul, l’esercito spiava alcuni ospiti vip

Utilizzate illegalmente tecniche di spionaggio psicologico in Afghanistan

Kabul – L’esercito americano ha utilizzato illegalmente tecniche di spionaggio psicologico per influenzare i parlamentari che facevano visita alle loro basi in Afghanistan e convincerli a stanziare più soldi da destinare alla loro missione. È l’ultimo scoop di Michael Hastings, il giornalista di Rolling Stone che provocò le dimissioni del generale Stanley McChrystal. Stavolta nel mirino c’è un altro generale americano, William Caldwell, accusato di aver abusato dei suoi poteri pur di fare carriera. In particolare, secondo l’articolo, Caldwell avrebbe dato ordini illegali ai suoi uomini della “Unit 10”, un team specializzato nel fare propaganda a favore dell’esercito tra i cittadini afghani. Ma invece di fare il loro lavoro, cioè convincere gli afghani della bontà della missione americana o studiare la psicologia dei capi talebani, su ordine di Caldwell questi soldati hanno spulciato la vita personale degli ospiti famosi che ciclicamente venivano alla base di Camp Eggers, vicino a Kabul. In questo modo hanno scoperto i loro gusti, le loro passioni, pur di convincerli più facilmente ad appoggiare leggi di spesa per l’esercito.

Fonte: Corriere Canadese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.