Intercettazioni, Berlusconi: Ora siamo uno Stato di polizia

Intercettazioni, Berlusconi: Ora siamo uno Stato di polizia

Non è libero se cittadino ritrova sue parole su giornali

Roma, 9 apr. (TMNews) – Con le norme attuali sulle intercettazioni siamo allo stato di polizia. Lo ha ribadito il Premier, Silvio Berlusconi, alla convention di ex Dc e Psi del Pdl: “Non è uno Stato libero e civile quello in cui il cittadino al telefono non ha la sicurezza di non essere intercettato quando e di ritrovare le sue parole sui giornali. Non è libertà, è uno stato di polizia”.

Fonte: TM News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.