Home » Spionaggio computer » Articoli recenti:

Gli agenti federali richiedono amicizia sui social network

Un cane da guardia della privacy ha scoperto un memorandum del governo che incoraggia gli agenti federali a ‘richiedere amicizia’ su svariate reti di social network, sfruttando la loro disponibilità nel condividere informazioni – e per spiarli. In risposta ad una richiesta di libertà di informazione Freedom of information, il governo ha rilasciato una manciata di documenti, tra cui un memorandum del maggio 2008 con dettagli di come i siti di social networking sono sfruttati da parte dell’Ufficio di Fraud Detection e la sicurezza nazionale (FDNS).

A partire dallo scorso giovedì, Facebook, Twitter, MySpace, Digg non hanno commentato la relazione, quali dettagli del programma ufficiale del governo di spiare attraverso le reti sociali. Altri siti che il governo sta spiando comprendono Twitter, MySpace, Craigslist e Wikipedia, secondo la Fondazione di Frontiere Eletroniche- Electronic Frontier Foundation (EFF), che ha presentato la richiesta FOIA (legge sulla libertà d’informazione n.d.t.).

“Tendenze narcisiste in molte persone incrementano la necessità di disporre di un folto gruppo di amicizie e link vari, e molte di queste persone accettano “amicizie cibernetiche” di persone delle quali non sanno nulla – ha dichiarato uno dei documenti ottenuti dal EFF . “Questo fornisce un ottimo punto di osservazione per FDNS (Fraud Detection and National Security ) per osservare la vita quotidiana dei beneficiari e firmatari che sono sospettati di attività fraudolente”.

Secondo la EFF, il presente documento – che specifica dettagliatamente come il governo valuta le richieste dei potenziali cittadini – suggerisce che non c’è nulla che poi possa evitare che un comune commento, esagerato, innocuo o addirittura fuori data, un aggiornamento di stato, dal poter rapidamente diventare il soggetto per scaturire una completa indagine investigativa.

Continua a leggere su Il Democratico


… Continue Reading

Il governo americano usa Facebook per la sorveglianza, che c’è di vero?


Non sono una novità i molti sospetti che gravano su Facebook e su un suo – eventuale – coinvolgimento in attività di spionaggio o – comunque – di stampo ultraconservatore.

I sospetti in merito all’esistenza di un Facebook Spia sono stati alimentati dalla presenza nello staff dirigenziale del social network di personaggi come Peter Thiel – inventore di Pay Pal, ultraconservatore che vorrebbe ridisegnare il mondo secondo valori in cui prevalga il libero mercato e in cui il governo abbia un potere limitato – e Jim Breyer – a capo della National Venture Capital Association, la potente associazione di chi investe negli Zuckerberg di turno, composta da persone molto ricche e molto, molto influenti.

Ma – oggi – arriva anche un’altra notizia: il governo nordamericano si sta servendo del social network per individuare l’identità dei soggetti che si rendendo colpevoli di frode in materia di immigrazione; in parole povere, dà la caccia agli immigrati senza visto o carta verde attraverso Facebook.

A quanto pare – insomma – il Grande Fratello ha davvero cominciato a penetrare nelle nostre abitazioni.

Una delle abitudini Facebook che rendono la vita degli investigatori davvero molto semplice è quella – comune a moltissimi utenti – di aggiungere persone pur non conoscendole.

Diventa – dunque – davvero facile per un infiltrato accedere al profilo di chicchessia.

La FDNS – office of Fraud Detection ad National Security – ha recentemente diramato le linee guida che dovrebbero aiutare gli inquirenti a trasformarsi nei perfetti infiltrati Facebook. Si tratta – dunque – di molto più di un semplice vox populi: il governo statunitense sta utilizzando il social network di Zuckerberg per invadere la privacy di milioni di persone.

Il problema principale – quindi – diventa stabilire se Facebook sia – o meno – uno strumento che va considerato strettamente personale.

Fonte: CiaoBlog


… Continue Reading

CRYPTO WARS: OBAMA VUOLE NUOVE LEGGI PER SPIARE INTERNET

Riprendendo le guerre ai crittaggi degli anni ’90, i servizi segreti Statunitensi stanno preparando un’ offensiva che forzerà le compagnie telefoniche a riprogettare i loro sistemi per facilitare lo spionaggio di internet.

Spacciandolo per un semplice “ritocco” tecnico che “modernizzerà” la legislazione esistente verso le intercettazioni, funzionari della sicurezza di governo richiederanno alle compagnie telefoniche e di servizi internet di fornire alla polizia federale gli accessi con cui si possono bypassare i crittaggi e le funzioni di sicurezza interni delle comunicazioni elettroniche.

L’ amministrazione Obama uguaglia, se non addirittura sorpassa, le mosse antidemocratiche del regime Bush nel monitorare e sorvegliare le comunicazioni private degli americani. Il New York Times la settimana scorsa ha riferito che “polizia federale e funzionari della sicurezza governativa stanno cercando nuove norme radicali per internet”.

Seguendo da vicino le orme dei raid dell’ FBI su pacifisti e attivisti internazionali, l’ amministrazione del “cambiamento” ora vuole che il Congresso richieda a tutti i provider di comunicazioni “di essere tecnicamente capaci di obbedire, se richiesto, ad un ordine di intercettazione.”

Charlie Savage, giornalista del Times, ci informa che l’ amministrazione richiederà che i fornitori di software e comunicazioni realizzino una porta d’accesso per le agenzie federali e di intelligence, fornendo così alle spie che setacciano “trasmettitori di e-mail crittate come i BlackBerry, social network come Facebook e software che permettono di comunicare tramite piattaforme p2p come Skype” i mezzi “per intercettare e decodificare i messaggi crittati”.

Continua a leggere su Come Don Chisciotte


… Continue Reading

Sicurezza: reti Wi-Fi violate in pochi secondi. Esperimento choc in Gran Bretagna

credit card

Ventimila reti Wi-Fi domestiche (su quarantamila) violate in pochi secondi. E’ lo sconcertante risultato di un esperimento di hacking etico condotto in sei città britanniche e commissionato da una compagnia di assicurazioni. Reti wireless senza alcuna password di protezione, oppure difese – si fa per dire – con parole chiave inadeguate.
Ne parlano tutti i giornali del Regno, ma se il test fosse fatto in Italia, non ci sarebbe alcuna differenza. Basta girare per strada con uno smartphone, per rendersi conto che ciucciare banda da una connessione senza fili è più facile che bere un bicchier d’acqua.
Ma torniamo ai risultati dell’esperimento britannico che ricorda molto il cosiddetto wardriving, attività illegale ma molto praticata, anche nel nostro paese. Quasi un quarto delle reti private senza fili era senza password, nonostante un sondaggio abbia acclarato che l’82 per cento degli utenti pensi che la propria rete sia sicura.

Gli hacker etici assoldati dalla compagnia CCP, posizionati in caffè e ristoranti, sono riusciti a penetrare nelle reti Wi-Fi delle abitazioni circostanti con velocità da Flash Gordon: 350 violazioni all’ora.
Con la crescente diffusione di smartphone e reti wireless – dicono gli esperti di sicurezza – è diventato molto più facile per i cracker impossessarsi di nomi utente e password, usati per leggere mail, rubare identità, accedere ai conti bancari.

Appello da condividere: non lasciate aperta la vostra rete Wi-Fi! Potreste pentirvene amaramente.

Fonte: Pino Bruno Blog


… Continue Reading

Guida al controspionaggio

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 2)

LEGGI LA PRIMA PARTE… – La scatola di una presa elettrica sembra essere stata spostata. Le prese elettriche sono tra i punti dove più frequentemente vengono nascosti dispositivi di intercettazione, così come lo sono i rilevatori di fumo, le lampade o gli interruttori. Se notate della sporcizia (tipo segatura o …

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 1)

A casa, in ufficio ed in qualsiasi posto vi troviate potreste essere spiati. Chiunque voi siate, e qualsiasi cosa facciate, vi può capitare di incontrare persone che, per interesse o per avidità di potere, desiderano di venire in possesso di vostre informazioni riservate, sia per danneggiarvi che per ottenere un …

Il fisco controllerà anche i telefoni

Tra le grandi manovre di controllo che si stanno operando per monitorare i contribuenti, pare che gli agenti 007 dell’Agenzia delle Entrate si stiano concentrando sulle intercettazioni del nostro cellulare. Iphone, Samsung o qualsiasi altra marca sia, il fisco non si pone limiti. Non si tratta di spiare il contenuto …

Guide alla videosorveglianza

Come arrestare il key bumbing, il furto senza traccia

La nuova frontiera dei furti, per ladri in continuo aggiornamento, è il “key bumping”. Si tratta dell’arte di aprire le porte delle abitazioni senza lasciare segni di effrazione. A Roma, i Carabinieri hanno arrestato una banda di georgiani, ben 37 persone, specializzate in furti in appartamenti nella città e in provincia. L’organizzazione criminale è risultata responsabile di decine di colpi in appartamenti, e in particolare, è specializzata nella tecnica consente …

I consigli del ladro per una difesa ottimale contro i furti in estate.

furti in appartamento

Le vacanze, per molte famiglie italiane, sono già iniziate. Le città si svuotano e le case rimangono sempre più isolate, soprattutto se i vicini decidono di partire nello stesso periodo. Quella delle vacanze estive, quindi, diventa un’occasione per ladri, professionisti e no, per entrare in azione, in quanto hanno meno possibilità di essere visti e acciuffati e possono, così, agire con più calma. Il giornale napoletano “Il Mattino” proprio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 4 – Visione filmati e integrazione

Passiamo alla quarta ed ultima parte della nostra guida, rispondendo a domande su come visualizzare i video di sorveglianza e come integrare le proprie apparecchiature di sorveglianza con altri sistemi video. 6. Visualizzare i video La maggior parte dei video di sorveglianza non viene mai vista da esseri umani, se non per indagini storiche. Alcuni sistemi a circuito chiuso consentono la visione in diretta, ad esempio come sistemi antitaccheggio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 3 – Salvataggio filmati e analisi video

Proseguiamo con le nostre 7 domande, con la parte dedicata ai supporti di salvataggio dei filmati video, e all’analisi dei filmati registrati. 4. Salvataggio I video di sorveglianza sono quasi sempre salvati per recupero e revisione. La durata media dello stoccaggio è tra i 30 e i 90 giorni, anche se in alcuni casi il periodo può essere più breve, o durare anche per qualche anno. I due elementi più …

Contattaci


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

CONTATTACI SU SKYPE

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Intercettazioni.eu

Un aggregatore di articoli e guide online, su argomenti legati allo spionaggio, contro spionaggio, controllo accessi, intercettazioni, Sicurezza personale, protezione dei propri beni e dei vostri affetti.

Ricerca intestatario numero di cellulare

Vuoi sapere il titolare di un numero di telefono cellulare? o viceversa vuoi conoscere il numero di telefono partendo dall'intestatario? I numeri esteri non sono un problema! Chiamaci: 0803026530

Fornitura di sim card anonime

In abbinamento con i nostri telefoni cellulari Stealth Phone, per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza alle vostre conversazioni telefoniche, da oggi possiamo offrirvi anche una serie di schede SIM anonime, per ottenere le quali non c’è bisogno di alcuna registrazione.
Chiamaci per saperne di piu' allo 0803026530!

Recupero sms cancellati

Recuperiamo sms, dati cancellati da sim card e telefoni cellulari. Devi inviarci la sim card e/o il telefono cellulare. In meno di una settimana riceverai i dati estratti per e-mail o per posta. Chiamaci per ulteriori informazioni: 0803026530

Come localizzare un cellulare

Come si fà a localizzare un cellulare?. Tutti i telefoni cellulari una volta accesi e collegati alla rete dei provider telefonici mobili sono rintracciabili geograficamente. Chiamaci per saperne di piu': 0803026530

Sblocco codici autoradio

Il codice di un autoradio è unico, per ogni radio associata ad ogni telaio, in genere si trova scritto a penna in qualche libretto di garanzia o manutenzione dalla concessionaria. Se è impossibile ritrovarlo, chiamaci: 0803026530

Recupero password perse

Hai dimenticato la tua password per Excel, word, myspace, aol, facebook, yahoo, msn, hotmail, live, gmail, libero, aim, aol....etc? Possiamo aiutarti, chiamaci: 0803026530