La polizia postale denuncia un hacker di ventidue anni

La polizia postale denuncia un hacker di ventidue anni

La polizia postale ha denunciato un giovane marocchino di 22 anni residente a Lucca, per accesso abusivo a sistema informatico e danneggiamento di dati. Il ragazzo, che ha già confessato nei dettagli la sua bravata, è ritenuto responsabile dell’attacco informatico che l’estate scorsa ha reso inaccessibili per alcune ore i siti web dell’aeroporto di Catania, di Confindustria etnea e di altre importanti aziende.

Dopo gli attacchi informatici di tipo “defacement”, l’hacker si era vantato dell’atto criminoso in un sito fondamentalista islamico. La matrice probabilmente è religiosa ma non sono emersi collegamenti con organizzazioni terroristiche, anche se le indagini sono ancora in corso.
Il procuratore aggiunto Giuseppe Toscano e il sostituto Vincenzo Serpotta hanno disposto alcune perquisizioni nei confronti dell’indagato e di altre persone a lui vicine che sono state eseguite dagli uomini della polizia postale in collaborazione con la Digos.

Fonte: Lo Schermo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.