Dopo Google, hacker cinesi attaccano Morgan Stanley

Dopo Google, hacker cinesi attaccano Morgan Stanley

Alcuni hacker cinesi che più di un anno fa avevano attaccato Google ed altre aziende americane sarebbero riusciti ad entrare nel sistema della banca Morgan Stanley

Gli stessi hacker cinesi che più di un anno fa avevano attaccato Google ed altre aziende statunitensi sarebbero ora riusciti ad entrare nel sistema della banca Morgan Stanley e ad impadronirsi così di una serie di dati e di informazioni riservate.
Secondo quanto rivelato dall’agenzia di stampa Bloomberg, la notizia sarebbe trapelata da alcuni messaggi di posta elettronica scambiati tra Morgan Stanley e HBGary, una società di sicurezza informatica.
Pare che la pubblicazione di tali e-mail sia avvenuta ad opera di un’altra rete di hacker, l’ormai nota Anonymous, che si occupa di sostenere Julian Assange e il suo sito WikiLeaks.
Al momento si sta cercando di capire quali informazioni siano state sottratte precisamente.

Fonte: Bit City

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.