Home » videoregistrazioni nascoste » Articoli recenti:

DVR All in One. Un sistema di registrazione A/V discreto ed efficiente

siste-videosorveglianza-dvr-all-in-one

L’estate è oramai alle porte e fra non molto si tornerà a parlare di vacanze. Peccato, però, che contestualmente all’arrivo delle ferie estive si ripresenterà il problema di dover abbandonare la propria abitazione per recarsi nei luoghi di villeggiatura. Potrà anche apparire strano, ma molti vivono con apprensione il distacco dalla propria dimora in questo periodo dell’anno. Avrò chiuso la porta del terrazzo? Avrò messo il lucchetto al garage? Chissà cosa starà combinando quella peste di ragazza! E così via. Tranne per quei pochi che potranno confidare nella benevolenza di vicini e parenti, per tutti gli altri non resterà che affidarsi all’occhio vigile di un sistema di videosorveglianza, magari collegata con una centrale di vigilanza. Oggi in commercio esistono degli impianti di sorveglianza molto sofisticati, che permettono di monitorare ogni angolo della casa e di registrare all’occorrenza qualsiasi movimento sospetto con precisione assoluta.

E per chi ha deciso di allontanarsi solo per qualche giorno? Be’, in questo caso potrebbe tornare utile il DVR All in One, un dispositivo digitale capace di riprendere immagini e registrare suoni con una qualità tecnica che non ha assolutamente nulla da invidiare ad altri sistemi più complessi e costosi. Oltretutto il dispositivo funziona in modalità discreta e nascosta, dando modo di eludere la propria presenza agli occhi di chichessia. Il DVR All in one può essere infatti occultato all’interno di qualsiasi apparecchio domestico o veicolo: sveglie, soprammobili, lampade, cassettine di derivazione, cruscotto o altre parti interne dell’auto ecc.

Quali i principali punti di forza di questo formidabile dispositivo di registrazione audio-video? Sicuramente i bassi consumi della piccola batteria ai polimeri di litio e la straordinaria capacità di storage dei file di registrazione in WAVE, che consentono un utilizzo discreto in termini di durata. I file audio e video possono inoltre essere salvati all’occorrenza su una MiscoSD estraibile, in modo tale da rendere più veloce il recupero stesso dei file. Il DVR All in One misura solo 5×2 cm circa e ha uno spessore inferiore a 1 cm.

Insomma, ora che sapete a chi affidarvi, non avete più scuse per farvi assalire dallo sconforto in prossimità delle vacanze!

Per dettagli e caratteristiche tecniche del dispositivo, potete dare un’occhiata alla pagina del DVR All in One sul sito del produttore.

Rimini – Video-spia nei bagni delle “Befane”

maggio 11, 2011 Videosorveglianza No Comments

Guardone scoperto ad armeggiare una micro telecamera nei servizi igienici del centro commerciale. Arrestato, in casa possedeva diverso materiale “rubato” con lo stesso sistema

RIMINI – Dopo il tribunale è il momento delle “Befane”. Lo spione di nudità femminili è tornato all’assalto nel Riminese: ieri mattina alle 10.30, un napoletano residente a Misano è stato infatti scoperto mentre armeggiava telecamere e micro dispositivi per effettuare riprese all’interno del bagno delle signore. A scoprirlo due minorenni, che entrando in bagno hanno segnalato la presenza dell’intruso nella loro toilette. Subito controllato dagli agenti della vigilanza privata, per l’uomo sono sono poi dovuti intervenire i carabinieri una qualvolta rinvenuta nella sua giacca la speciale cinepresa. Intervenuti dunque per perquisire il 45enne, i militari hanno dunque fatto l’amara scoperta: l’uomo nascondeva una microtelecamera che aveva appena recuperato da uno dei bagni, anche perché una volta visionato il materiale registrato i militari hanno trovato immagini di signore che andavano a fare i loro bisogni.

Tuttavia, il ‘voyeur’ si è dimostrato non essere nuovo a queste usanze. Nella sua casa misanese, perquisita nella giornata di ieri, è stato sequestrato un computer dove a quanto pare ci sarebbero altre immagini e video simili a quelli registrati nel bagno delle Befane. Per l’uomo, colto in flagranza di reato, sono scattate le manette per violazione di vita privata, e si sono aperte le porte del carcere “Casetti”. Difeso dagli avvocati Carlo Alberto Zaina e Gianmaria Gasperoni, il misanese si presenterà questa mattina davanti al giudice per il processo per direttissima

Fonte: Romagna Noi

Microtelecamere per sorveglianza

Cam in bagno per spiare le infermiere. Medico licenziato

Succede in Spagna, all’ospedale di Castellòn. La procura ha aperto un’indagine per crimine contro l’intimità

La procura di Castellòn ha aperto un fascicolo per un presunto crimine contro l’intimità. Sotto accusa un medico che avrebbe piazzato una telecamera nascosta nella toilette per spiare donne. Il professionista responsabile è un dottore sostituto che ha lavorato, tra la fine 2010 e inizio 2011, presso la Scuola di Infermeria del General Hospital di Castellòn. E’ proprio sul luogo di lavoro che il medico avrebbe commesso il reato. Sarebbe stata la sua fidanzata, infermiera nello stesso ospedale, per caso, il 28 febbraio scorso, ad accorgersi di una cartella contenente più di 20 video incriminati sul pc del medico. Nelle immagini lo si vede chiaramente posizionare la telecamera.

LICENZIATO – Il Ministero della Salute spagnolo ha comunicato che il medico è stato “escluso dal mercato del lavoro ed allontanato dalle sue funzioni”. Secondo fonti mediche, l’uomo alloggiava presso la Scuola di Infermeria, e non avrebbe avuto nessun contatto con le infermiere. L’accusa fa sapere che non è chiaro il numero delle donne osservate in segreto. Il medico, però, rischia grosso, in virtù dell articolo 197 del codice penale, che punisce gli autori di crimini contro l’intimità. Si è deciso di trasmettere il caso al tribunale di polizia, affinchè venissero compiuti accertamenti sui supporti informatici e soprattutto sulle registrazioni in possesso dell’imputato. Il ministro della Salute, Manuel Cervera, ha sottolineato che il presunto dottore “non ha avuto contatti con le infermiere”, anche se ”dormiva nei locali dell’ospedale”. Cervera ha detto di aver trasmesso tutte le informazioni alla Procura per “avviare le indagini ed accertare le responsabilità”. Dal reparto di cui faceva parte il medico fanno sapere che l’ex collega non avrà più “alcuna possibilità” di ritornare al lavoro con loro.

Fonte: Giornalettismo

Telecamere nascoste

Albania: revocata immunità a ex vicepremier

febbraio 18, 2011 Telecamere nascoste No Comments

Il parlamento albanese ha votato oggi con 128 voti e solo 2 contrari, a favore della revoca dell’immunità parlamentare nei confronti dell’ex vicepremier Ilir Meta, dimessosi un mese fa dopo la diffusione di un video che lo mostrava, nel marzo scorso, mentre faceva pressioni sull’allora ministro dell’Economia, Dritan Prifti, per nomine di persone a lui legate e per concessioni di licenze ed appalti, in cambio di tangenti.

La richiesta di autorizzazione a procedere contro Meta, accusato di “corruzione passiva” era stata presentata dalla Procura lo scorso fine settimana. L’ex vicepremier ha ribadito in aula di essere interessato “a fare luce immediatamente su una vicenda dallo sfondo politico”. Meta ritiene che il filmato sia stato manomesso. “La procura fino adesso ha solo accertato la parte video, mentre ancora non ha dato una risposta sull’audio e sull’autenticità del contenuto della conversazione”, ha affermato l’ex vicepremier. Infatti gli inquirenti, assistiti anche da un esperto statunitense, hanno confermato di “non essere stati in grado di pulire il segmento audio”. Il parlamento dovrebbe votare la prossima setimana, anche per la revoca dell’immunità dell’ex ministro dell’Economia Dritan Prifti, l’autore del video che accusa Meta, realizzato con una telecamera nascosta. Prifti è stato incastrato da un altro suo filmato, rintracciato dagli inquirenti nel suo computer portatile, in cui insieme al suo vice si dividono una somma di 70 mila euro.

Fonte: BlueWin

Svizzera, morto suicida prete indagato per pedofilia

GINEVRA / Erano 2 i preti della diocesi di Losanna, Friburgo e Ginevra, e sono stati coinvolti in indagini su presunte molestie sessuali a danni di minori nel canton Ginevra, ma uno di loro non ha retto allo scandalo e si è tolto la vita. Entrambi i sacerdoti erano stati sospesi dalle loro finzioni fino al termine dell’inchiesta, successivamente la polizia ha appreso della morte di uno dei “ministri di Dio”. Non si conoscono i nomi delle vittime che sarebbero state abusate, né la loro età. Per uno dei 2 sacerdoti i fatti di cui è stato accusato sarebbero ormai caduti in prescrizione, ma la comunità ha chiesto alla Santa Sede di revocare la prescrizione canonica che impedisce di perseguire fatti accaduti più di 20 anni fa. Il caso è stato registrato dalla Commissione “SOSprevenzione” che dal 2008 ha esaminato 40 segnalazioni, per alcune delle quali sono scattati provvedimenti.

Fonte: Cronaca Live

Difesa da molestie sessuali

Usa. Professore di economia filmava studentesse nude nei bagni

febbraio 13, 2011 Telecamere nascoste No Comments

WATERVILLE, STATI UNITI – Un professore di economia al Colby College di Waterville, Maine, è stato costretto a dimettersi dal suo incarico dopo essere stato accusato di aver collocato una telecamera nascosta nel bagno delle studentesse durante un viagio culturale in Cina, a quanto riferisce il Daily News.

Il professore, Philip Brown, 36 anni, non è ancora stato incriminato ma è in corso una indagine della polizia sul suo conto. Gli inquirenti, dopo aver ottenuto un mandato di perquisizione, sono entrati nel suo appartamento ed hanno sequestrato il computer del college che utilizzava ed altre apparecchiature elettroniche.

Come parte del viaggio in Cina, gli studenti raccontavano nei blog le loro esperienze, che venivano postate sul computer del college. Quando in seguito ad un errore hanno cercato di recuperare un blog dal cestino del computer hanno trovato ”inquietanti immagini di due studentesse”. Secondo quanto si è appreso una era ”nuda dalla vita in giù”, e un’altra ”aveva il seno scoperto mentre si depilava le ascelle”.

Durante gli interrogatori cui l’ha sottoposto la polizia, Brown ha detto di aver nascosto la telecamera nei bagni delle studentesse più di una volta nel corso del viaggio in Cina. Alla domanda se avesse fatto la stessa cosa al college, Brown ha risposto: ”Solo una volta, ma nel mio appartamento e non con una studentessa”.

Fonte: Blitz Quotidiano

Telecamere in miniatura

Guida al controspionaggio

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 2)

LEGGI LA PRIMA PARTE… – La scatola di una presa elettrica sembra essere stata spostata. Le prese elettriche sono tra i punti dove più frequentemente vengono nascosti dispositivi di intercettazione, così come lo sono i rilevatori di fumo, le lampade o gli interruttori. Se notate della sporcizia (tipo segatura o …

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 1)

A casa, in ufficio ed in qualsiasi posto vi troviate potreste essere spiati. Chiunque voi siate, e qualsiasi cosa facciate, vi può capitare di incontrare persone che, per interesse o per avidità di potere, desiderano di venire in possesso di vostre informazioni riservate, sia per danneggiarvi che per ottenere un …

Il fisco controllerà anche i telefoni

Tra le grandi manovre di controllo che si stanno operando per monitorare i contribuenti, pare che gli agenti 007 dell’Agenzia delle Entrate si stiano concentrando sulle intercettazioni del nostro cellulare. Iphone, Samsung o qualsiasi altra marca sia, il fisco non si pone limiti. Non si tratta di spiare il contenuto …

Guide alla videosorveglianza

Come arrestare il key bumbing, il furto senza traccia

La nuova frontiera dei furti, per ladri in continuo aggiornamento, è il “key bumping”. Si tratta dell’arte di aprire le porte delle abitazioni senza lasciare segni di effrazione. A Roma, i Carabinieri hanno arrestato una banda di georgiani, ben 37 persone, specializzate in furti in appartamenti nella città e in provincia. L’organizzazione criminale è risultata responsabile di decine di colpi in appartamenti, e in particolare, è specializzata nella tecnica consente …

I consigli del ladro per una difesa ottimale contro i furti in estate.

furti in appartamento

Le vacanze, per molte famiglie italiane, sono già iniziate. Le città si svuotano e le case rimangono sempre più isolate, soprattutto se i vicini decidono di partire nello stesso periodo. Quella delle vacanze estive, quindi, diventa un’occasione per ladri, professionisti e no, per entrare in azione, in quanto hanno meno possibilità di essere visti e acciuffati e possono, così, agire con più calma. Il giornale napoletano “Il Mattino” proprio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 4 – Visione filmati e integrazione

Passiamo alla quarta ed ultima parte della nostra guida, rispondendo a domande su come visualizzare i video di sorveglianza e come integrare le proprie apparecchiature di sorveglianza con altri sistemi video. 6. Visualizzare i video La maggior parte dei video di sorveglianza non viene mai vista da esseri umani, se non per indagini storiche. Alcuni sistemi a circuito chiuso consentono la visione in diretta, ad esempio come sistemi antitaccheggio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 3 – Salvataggio filmati e analisi video

Proseguiamo con le nostre 7 domande, con la parte dedicata ai supporti di salvataggio dei filmati video, e all’analisi dei filmati registrati. 4. Salvataggio I video di sorveglianza sono quasi sempre salvati per recupero e revisione. La durata media dello stoccaggio è tra i 30 e i 90 giorni, anche se in alcuni casi il periodo può essere più breve, o durare anche per qualche anno. I due elementi più …

Contattaci


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

CONTATTACI SU SKYPE

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Intercettazioni.eu

Un aggregatore di articoli e guide online, su argomenti legati allo spionaggio, contro spionaggio, controllo accessi, intercettazioni, Sicurezza personale, protezione dei propri beni e dei vostri affetti.

Ricerca intestatario numero di cellulare

Vuoi sapere il titolare di un numero di telefono cellulare? o viceversa vuoi conoscere il numero di telefono partendo dall'intestatario? I numeri esteri non sono un problema! Chiamaci: 0803026530

Fornitura di sim card anonime

In abbinamento con i nostri telefoni cellulari Stealth Phone, per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza alle vostre conversazioni telefoniche, da oggi possiamo offrirvi anche una serie di schede SIM anonime, per ottenere le quali non c’è bisogno di alcuna registrazione.
Chiamaci per saperne di piu' allo 0803026530!

Recupero sms cancellati

Recuperiamo sms, dati cancellati da sim card e telefoni cellulari. Devi inviarci la sim card e/o il telefono cellulare. In meno di una settimana riceverai i dati estratti per e-mail o per posta. Chiamaci per ulteriori informazioni: 0803026530

Come localizzare un cellulare

Come si fà a localizzare un cellulare?. Tutti i telefoni cellulari una volta accesi e collegati alla rete dei provider telefonici mobili sono rintracciabili geograficamente. Chiamaci per saperne di piu': 0803026530

Sblocco codici autoradio

Il codice di un autoradio è unico, per ogni radio associata ad ogni telaio, in genere si trova scritto a penna in qualche libretto di garanzia o manutenzione dalla concessionaria. Se è impossibile ritrovarlo, chiamaci: 0803026530

Recupero password perse

Hai dimenticato la tua password per Excel, word, myspace, aol, facebook, yahoo, msn, hotmail, live, gmail, libero, aim, aol....etc? Possiamo aiutarti, chiamaci: 0803026530