Home » spionaggio telefonico » Articoli recenti:

Cellulare Stealth Phone non intercettabile con invio di SMS criptati

stealt-phone-smartphone

In tempi in cui tutti si affannano a spiare tutti, la privacy delle comunicazioni sembra quasi diventata  un optional. Purtroppo, anche i casi di persone spiate al cellulare da concorrenti sleali, pirati informatici o altri individui senza scrupoli aumentano. Fermo restando le operazioni di intercettazione telefonica avviate legalmente dagli organi giudiziari, ogni altra azione di spionaggio telefonico rischia di diventare un pericolo da cui è necessario tenersi assolutamente alla larga. Soprattutto perché nella maggior parte dei casi la posta in gioco è davvero alta. Pensate per esempio a tutti quegli imprenditori coinvolti in progetti industriali di una certa segretezza, agli appaltatori pubblici, o a tutte quelle figure che ricoprono ruoli decisionali di un certo rilievo.  Svincolarsi dal pericolo delle intercettazioni telefoniche non autorizzate non è però impossibile. Grazie al cellulare Stealth Phone, con criptaggio dei messaggi SMS, oggi si può essere prontamente avvisati quando qualcuno o qualcosa cerca di intromettersi tra le parti.

Parliamo nello specifico di un dispositivo capace di analizzare in tempo reale differenti parametri relativi al ponte cellulare dell’operatore telefonico utilizzato, garantendo l’autenticità e l’integrità della connessione stessa. A differenza di un cellulare criptato, che codifica la comunicazione tra i due interlocutori coinvolti nella telefonata (comunicazione point to point ), lo Stealth Phone protegge la zona da possibili attacchi. Un’altra importante funzionalità di questo formidabile dispositivo è la possibilità, non solo di cambiare IMEI in automatico (codice reale), ma addirittura di poterne inserire uno manualmente e a proria scelta.

Con tutte queste funzioni dalla vostra parte potete dunque dormire sonni tranquilli. Ecco quali sono i vantaggi principali di uno Stealth Phone a garanzia della vostra privacy:

  • avvisi acustici e a display in caso di tentativi di aggancio da parte di dispositivi di intercettazione, con eventuali report degli attacchi e intromissioni;
  • un’applicazione per comunicare a due in maniera criptata via messaggi di testo SMS  (coppia di Stealth Phone per il point to point della chiave);
  • analisi in real time e automatica (mediante specifico algoritmo) di tutti i valori e dati in transito;
  • modifica anche manuale del codice IMEI (codice seriale identificativo del cellulare).

Per ottenere ulteriori informazioni tecniche e funzionali del dispositivo cliccare qui o telefonare al numero 080 3026530.

Siamo tutti spiati. Parola di Snowden

cellulari-spiati

Dal suo rifugio russo dove ormai risiede da due anni, l’ex-tecnico e informatore della CIA, Edward Snowden, torna a far parlare di sé. E questa volta lo fa scoperchiando gli altarini degli 007 inglesi, accusati di aver spiato i cellulari di milioni di concittadini. Nell’intervista rilasciata alla BBC, Snowden ha svelato con dovizia di particolari come le spie inglesi e americane abbiano preso di mira per anni i telefonini di ultima generazione, per carpirne qualunque tipo di informazioni: foto, video, dati sensibili, conversazioni telefoniche e ambientali, messaggi, posizione geografica. E tutto ciò attivando o disattivando gli applicativi dalla distanza, con l’aiuto di un semplice messaggio di testo invisibile inviato agli utenti.

I servizi segreti si sarebbero serviti nello specifico di una suite di software di monitoraggio dal nome bizzarro e alquanto fantasioso, la “Smurf Suite (Suite del Puffo), che conterebbe applicativi spia con caratteristiche e funzioni proprie: “Dreamy Smurf” (Puffo Sognatore) capace di accendere e spegnere il telefono a distanza, “Nosey Smurf” (Puffo Curiosone) con cui sarebbe possibile controllare il microfono dello smartphone in modo da ascoltare e registrare qualunque conversazione, e “Tracker Smurf” (Puffo Segugio), per ottenere l’esatta posizione geografica del cellulare. Ma non è tutto. A detta di Snowden, ci sarebbe stata un’ultima applicazione capace di rendere la vita difficile a chi avesse scoperto la  falla di sicurezza sul proprio telefono: “Paranoid Smurf” (Puffo Paranoico). Quest’ultima app permetterebbe, infatti, la protezione da tentativi di intercettazione, annullando qualunque operazione difensiva da parte dell’utente.

Insomma, secondo l’ex talpa statunitense, molti ignari cittadini sarebbero stati alla mercè di orecchie invisibili pronte a carpire qualunque suono o movimento ritenuto “pericoloso” per la sicurezza nazionale. Certo è che assieme all’avanzare di tecnologie invasive di intercettazione ci sono altre realtà che muovono nella direzione opposta, come nel caso dei cellulari criptati che permettono una protezione pressoché totale da software di monitoraggio telefonico come quelli visti pocanzi.

Spionaggio telefonico: Deutsche Telekom accetta di risarcire

Deutsche Telekom ha accettato di versare 1,7 miliardi di euro a diverse associazioni e fondazioni attive nella tutela della privacy e nella lotta contro la dicriminazione e il razzismo come ‘contropartita’ delle pratiche di spionaggio effettuate dalla società tra il 2005 e il 2006.

Attività di spionaggio sui dati telefonici degli utenti, soprattutto giornalisti, volte a identificare l’origine di fughe di notizie confidenziali e che la società ha ammesso di aver effettuato soltanto nel 2008.

In seguito all’ammissione di colpa, la procura di Bonn aveva aperto un’inchiesta che vedeva coinvolti i massimi vertici della società, tra cui l’ex numero uno Kai-Uwe Ricke, e l’ex presidente del consiglio di sorveglianza, Klaus Zumwinkel, già al centro delle polemiche in seguito a diversi episodi di furto dei dati sensibili degli utenti attraverso le sue reti.
Il più eclatante ha riguardato il furto – ai danni della filiale mobile T-Mobile – dei dati personali di oltre 17 milioni di clienti. Nelle mani di ignoti malfattori nomi, indirizzi privati, numeri di telefono, contatti email di milioni di clienti, tra cui anche diverse note personalità pubbliche come uomini politici, ministri, ex presidenti della Repubblica, economisti, miliardari e religiosi.

Un caso che ha subito richiamato alla mente quanto accaduto negli Usa nel 2005, quando T-Mobile Usa ha fatto causa a un hacker – il 21enne (all’epoca dei fatti) Nicholas Lee Jacobsen – accusato di essersi introdotto nelle sue reti e aver spiato tutto quanto avveniva sui telefonini degli utenti, dalle conversazioni alle e-mail, dalle password ai numeri di previdenza sociale e alle foto. Nel mirino dei ladri finì anche il cellulare della starlette Paris Hilton.

Nell’operazione che ha portato all’arresto dell’hacker, denominata “Operation Firewall“, vennero incriminate altre 28 persone in sei Stati per furto di identità e frode.

Nel terzo trimestre, la società – di cui il governo detiene il 32% – ha registrato un utile netto di oltre 1 miliardo di euro, su un fatturato di 15,6 miliardi.
L’ex monopolio statale considera questo risarcimento da 1,7 miliardi di euro, “un gesto responsabile nei confronti dei membri del consiglio di sorveglianza, dei delegati del personale, dei sindacalisti e delle loro famiglie, che sono stati coinvolti in maniera massiccia nelle attività di spionaggio telefonico”.

Fonte: Key 4 Biz

Guida al controspionaggio

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 2)

LEGGI LA PRIMA PARTE… – La scatola di una presa elettrica sembra essere stata spostata. Le prese elettriche sono tra i punti dove più frequentemente vengono nascosti dispositivi di intercettazione, così come lo sono i rilevatori di fumo, le lampade o gli interruttori. Se notate della sporcizia (tipo segatura o …

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 1)

A casa, in ufficio ed in qualsiasi posto vi troviate potreste essere spiati. Chiunque voi siate, e qualsiasi cosa facciate, vi può capitare di incontrare persone che, per interesse o per avidità di potere, desiderano di venire in possesso di vostre informazioni riservate, sia per danneggiarvi che per ottenere un …

Il fisco controllerà anche i telefoni

Tra le grandi manovre di controllo che si stanno operando per monitorare i contribuenti, pare che gli agenti 007 dell’Agenzia delle Entrate si stiano concentrando sulle intercettazioni del nostro cellulare. Iphone, Samsung o qualsiasi altra marca sia, il fisco non si pone limiti. Non si tratta di spiare il contenuto …

Guide alla videosorveglianza

Come arrestare il key bumbing, il furto senza traccia

La nuova frontiera dei furti, per ladri in continuo aggiornamento, è il “key bumping”. Si tratta dell’arte di aprire le porte delle abitazioni senza lasciare segni di effrazione. A Roma, i Carabinieri hanno arrestato una banda di georgiani, ben 37 persone, specializzate in furti in appartamenti nella città e in provincia. L’organizzazione criminale è risultata responsabile di decine di colpi in appartamenti, e in particolare, è specializzata nella tecnica consente …

I consigli del ladro per una difesa ottimale contro i furti in estate.

furti in appartamento

Le vacanze, per molte famiglie italiane, sono già iniziate. Le città si svuotano e le case rimangono sempre più isolate, soprattutto se i vicini decidono di partire nello stesso periodo. Quella delle vacanze estive, quindi, diventa un’occasione per ladri, professionisti e no, per entrare in azione, in quanto hanno meno possibilità di essere visti e acciuffati e possono, così, agire con più calma. Il giornale napoletano “Il Mattino” proprio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 4 – Visione filmati e integrazione

Passiamo alla quarta ed ultima parte della nostra guida, rispondendo a domande su come visualizzare i video di sorveglianza e come integrare le proprie apparecchiature di sorveglianza con altri sistemi video. 6. Visualizzare i video La maggior parte dei video di sorveglianza non viene mai vista da esseri umani, se non per indagini storiche. Alcuni sistemi a circuito chiuso consentono la visione in diretta, ad esempio come sistemi antitaccheggio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 3 – Salvataggio filmati e analisi video

Proseguiamo con le nostre 7 domande, con la parte dedicata ai supporti di salvataggio dei filmati video, e all’analisi dei filmati registrati. 4. Salvataggio I video di sorveglianza sono quasi sempre salvati per recupero e revisione. La durata media dello stoccaggio è tra i 30 e i 90 giorni, anche se in alcuni casi il periodo può essere più breve, o durare anche per qualche anno. I due elementi più …

Contattaci


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

CONTATTACI SU SKYPE

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Intercettazioni.eu

Un aggregatore di articoli e guide online, su argomenti legati allo spionaggio, contro spionaggio, controllo accessi, intercettazioni, Sicurezza personale, protezione dei propri beni e dei vostri affetti.

Ricerca intestatario numero di cellulare

Vuoi sapere il titolare di un numero di telefono cellulare? o viceversa vuoi conoscere il numero di telefono partendo dall'intestatario? I numeri esteri non sono un problema! Chiamaci: 0803026530

Fornitura di sim card anonime

In abbinamento con i nostri telefoni cellulari Stealth Phone, per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza alle vostre conversazioni telefoniche, da oggi possiamo offrirvi anche una serie di schede SIM anonime, per ottenere le quali non c’è bisogno di alcuna registrazione.
Chiamaci per saperne di piu' allo 0803026530!

Recupero sms cancellati

Recuperiamo sms, dati cancellati da sim card e telefoni cellulari. Devi inviarci la sim card e/o il telefono cellulare. In meno di una settimana riceverai i dati estratti per e-mail o per posta. Chiamaci per ulteriori informazioni: 0803026530

Come localizzare un cellulare

Come si fà a localizzare un cellulare?. Tutti i telefoni cellulari una volta accesi e collegati alla rete dei provider telefonici mobili sono rintracciabili geograficamente. Chiamaci per saperne di piu': 0803026530

Sblocco codici autoradio

Il codice di un autoradio è unico, per ogni radio associata ad ogni telaio, in genere si trova scritto a penna in qualche libretto di garanzia o manutenzione dalla concessionaria. Se è impossibile ritrovarlo, chiamaci: 0803026530

Recupero password perse

Hai dimenticato la tua password per Excel, word, myspace, aol, facebook, yahoo, msn, hotmail, live, gmail, libero, aim, aol....etc? Possiamo aiutarti, chiamaci: 0803026530