Home » spaccio » Articoli recenti:

Un cittadino ferma un pusher con un micro videoregistratore

Riportiamo il racconto di un nostro cliente. “Il retro di casa mia da proprio sulla villa comunale. Da circa 2 mesi una panchina si era trasformata in una vera e propria bottega per un pusher che adescava gente di ogni età e vendeva droga. I primi tempi guardavo incredulo queste piccole bustine contenenti polvere bianca, scambiate con denaro; poi ho cominciato a vedere ragazzi molto piccoli acquistare sostanze e la cosa ha cominciato ad infastidirmi. Le “vendite” avvenivano principalmente in serata e si protraevano anche per 4-5 ore.

Ho contattato diverse volte il comando della polizia del paese, ma senza successo; mi comunicavano puntualmente che sarebbero stati effettuati dei controlli, ma la situazione non cambiava ed era diventata per me una vera e propria preoccupazione. D’altra parte avevo paura ad intervenire in prima persona, non avrei saputo cosa fare e soprattutto temevo che il delinquente fosse armato.

Così parlando con un mio collega, ci è balzata l’idea di utilizzare un micro videoregistratore e riprendere le scene ormai quotidiane. Ho navigato un po’ su internet e sul sito di Endoacustica Europe ho trovato molti dispositivi, tra cui ciò che faceva al caso mio: il DVR All in One. Un videoregistratore molto piccolo e di facile utilizzo che consente di registrare file audio e video e anche di scattare delle fotografie di altissima qualità. L’ho acquistato e ricevuto in breve tempo, così mi sono messo all’opera. Per giorni ho ripreso il pusher in azione e i suoi numerosi clienti che si avvicendavano. Poi ho trasferito i file sul mio pc e ho inviato il tutto a diverse Procure in modo da farmi ascoltare.

Fortunatamente dopo circa una settimana c’è stato l’intervento della polizia e il pusher è stato portato via. Non ho ricevuto medaglie o onorificenze, ma mi sono sentito davvero orgoglioso del mio contributo di cittadino alla giustizia e la situazione è decisamente migliorata, almeno attorno a casa mia”.

Scattano le manette anche nel web

Realo o virtuale? Questo è il problema anche sul tema dei reati che si consumano online. Difficile arginare la diffusione di informazioni che circolano sul web e, ancora più difficile, venire a conoscenza del contenuto delle stesse. In molte aziende o ambienti privati sono utilizzati strumenti di controllo a distanza per pc che, attraverso un costante monitoraggio, consentono di evitare la fuoriuscita di informazioni importanti e di tenere sotto controllo dipendenti, figli in un periodo “particolare”o ancora partner poco affidabili.

Nonostante le forze dell’ordine utilizzino molto spesso questo tipo di strumenti, i tempi richiesti per intercettare traffici illegali estesi su tutto il web sono sicuramente più ampi, ma non per questo l’impresa è impossibile. Lo dimostra l’arresto di uno spacciatore «virtuale», Paul Leslie Howard, cittadino australiano, accusato di aver venduto droga attraverso Silk Road, un vero e proprio business online delle droghe.

Il sito rientra in quella parte di web nascosto, definito “deep web”, e vende praticamente tutto dalle droghe alle armi, ai farmaci illegali, per finire agli esseri umani. Per accedere al sito è necessario un Tor, cioè un sistema di comunicazione anonima per Internet che “protegge” gli utenti dall’analisi del traffico attraverso una rete di onion router, e i pagamenti avvengono tramite bitcoin, moneta virtuale con cui si aggirano controlli e tracciamenti.

Si stima che la vendita attraverso il sito frutti circa 2 milioni di dollari al mese. Questo ha messo in allerta la polizia australiana che ha assistito alle compravendite di Howard in ben 11 occasioni. Ecstasy, cocaina, armi e altri arnesi necessari per il suo lavoro, quello dello spacciatore. Howard, ammessa la pena, rischia fino a 25 anni di carcere. Prima di lui, otto americani sono finiti in manette per vendite illecite online. Le forze dell’ordine australiane hanno giurato guerra a chi esercita questo tipo di traffici online.

Il numero di venditori sul sito cresce in maniera esponenziale. La sostanza più venduta è la marijuana, seguita da altre droghe, farmaci con prescrizione, cocaina, eroina e anfetamine. Per quanto riguarda la nazionalità dei rivenditori, quasi la metà proviene dagli Stati Uniti, seguono gli inglesi, poi gli olandesi e i canadesi. Gli italiani sono l’1.02% del totale.

Spaccio di droga nelle scuole, minorenni scoperti grazie ad intercettazioni ambientali.

agosto 1, 2012 Intercettazioni No Comments

Quando si parla di spaccio di droga in grandi quantità, di bande che nascono con questo intento e stringono rapporti con ambienti malavitosi italiani e stranieri, è sempre più frequente, oggi, vedere coinvolti ragazzi minorenni, che per non eccessive somme di denaro sono disposti a portare nella propria scuola le sostanze stupefacenti e venderle ai propri compagni.

Un problema, quello dell’aumento della criminalità minorile, che richiede interventi immediati da parte di chi deve far rispettare la legge, ma anche dei genitori, spesso assenti o impotenti davanti ad un fenomeno dilagante, e non solo nelle periferie degradate della città, ma anche tra le “famiglie bene”.

Libri, marijuana e cocaina nei loro zaini, progettavano tutto in una casa messa a disposizione da un adulto, che acquistava le sostanze e pianificava gli incontri tra i baby spacciatori, italiani ed albanesi. Per non destare sospetti, inoltre, la baby gang si muoveva in taxi per recapitare la merce agli acquirenti. Grazie a intercettazioni con microspie la polizia ha smascherato a L’Aquila un sistema ben architettato di spaccio. Oltre ai soliti discorsi tra adolescenti sulla scuola e le interrogazioni da cui scappare, le cimici hanno permesso anche di scoprire cosa i ragazzi avevano messo a punto per sentirsi grandi, per potersi magari togliere qualche sfizio in più con le somme ricavate, fino a 3000 euro per aver spacciato più di un chilo di marijuana tra gli studenti delle superiori.

E mentre casi come questo diventano oramai routine, l’opinione pubblica si interroga sul ruolo che possono avere insegnanti e genitori nell’educazione alla legalità di questi ragazzi, che molto spesso tendono ad ispirarsi a modelli di vita sbagliati.
Endoacustica Europe

Guida al controspionaggio

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 2)

LEGGI LA PRIMA PARTE… – La scatola di una presa elettrica sembra essere stata spostata. Le prese elettriche sono tra i punti dove più frequentemente vengono nascosti dispositivi di intercettazione, così come lo sono i rilevatori di fumo, le lampade o gli interruttori. Se notate della sporcizia (tipo segatura o …

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 1)

A casa, in ufficio ed in qualsiasi posto vi troviate potreste essere spiati. Chiunque voi siate, e qualsiasi cosa facciate, vi può capitare di incontrare persone che, per interesse o per avidità di potere, desiderano di venire in possesso di vostre informazioni riservate, sia per danneggiarvi che per ottenere un …

Il fisco controllerà anche i telefoni

Tra le grandi manovre di controllo che si stanno operando per monitorare i contribuenti, pare che gli agenti 007 dell’Agenzia delle Entrate si stiano concentrando sulle intercettazioni del nostro cellulare. Iphone, Samsung o qualsiasi altra marca sia, il fisco non si pone limiti. Non si tratta di spiare il contenuto …

Guide alla videosorveglianza

Come arrestare il key bumbing, il furto senza traccia

La nuova frontiera dei furti, per ladri in continuo aggiornamento, è il “key bumping”. Si tratta dell’arte di aprire le porte delle abitazioni senza lasciare segni di effrazione. A Roma, i Carabinieri hanno arrestato una banda di georgiani, ben 37 persone, specializzate in furti in appartamenti nella città e in provincia. L’organizzazione criminale è risultata responsabile di decine di colpi in appartamenti, e in particolare, è specializzata nella tecnica consente …

I consigli del ladro per una difesa ottimale contro i furti in estate.

furti in appartamento

Le vacanze, per molte famiglie italiane, sono già iniziate. Le città si svuotano e le case rimangono sempre più isolate, soprattutto se i vicini decidono di partire nello stesso periodo. Quella delle vacanze estive, quindi, diventa un’occasione per ladri, professionisti e no, per entrare in azione, in quanto hanno meno possibilità di essere visti e acciuffati e possono, così, agire con più calma. Il giornale napoletano “Il Mattino” proprio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 4 – Visione filmati e integrazione

Passiamo alla quarta ed ultima parte della nostra guida, rispondendo a domande su come visualizzare i video di sorveglianza e come integrare le proprie apparecchiature di sorveglianza con altri sistemi video. 6. Visualizzare i video La maggior parte dei video di sorveglianza non viene mai vista da esseri umani, se non per indagini storiche. Alcuni sistemi a circuito chiuso consentono la visione in diretta, ad esempio come sistemi antitaccheggio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 3 – Salvataggio filmati e analisi video

Proseguiamo con le nostre 7 domande, con la parte dedicata ai supporti di salvataggio dei filmati video, e all’analisi dei filmati registrati. 4. Salvataggio I video di sorveglianza sono quasi sempre salvati per recupero e revisione. La durata media dello stoccaggio è tra i 30 e i 90 giorni, anche se in alcuni casi il periodo può essere più breve, o durare anche per qualche anno. I due elementi più …

Contattaci


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

CONTATTACI SU SKYPE

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Intercettazioni.eu

Un aggregatore di articoli e guide online, su argomenti legati allo spionaggio, contro spionaggio, controllo accessi, intercettazioni, Sicurezza personale, protezione dei propri beni e dei vostri affetti.

Ricerca intestatario numero di cellulare

Vuoi sapere il titolare di un numero di telefono cellulare? o viceversa vuoi conoscere il numero di telefono partendo dall'intestatario? I numeri esteri non sono un problema! Chiamaci: 0803026530

Fornitura di sim card anonime

In abbinamento con i nostri telefoni cellulari Stealth Phone, per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza alle vostre conversazioni telefoniche, da oggi possiamo offrirvi anche una serie di schede SIM anonime, per ottenere le quali non c’è bisogno di alcuna registrazione.
Chiamaci per saperne di piu' allo 0803026530!

Recupero sms cancellati

Recuperiamo sms, dati cancellati da sim card e telefoni cellulari. Devi inviarci la sim card e/o il telefono cellulare. In meno di una settimana riceverai i dati estratti per e-mail o per posta. Chiamaci per ulteriori informazioni: 0803026530

Come localizzare un cellulare

Come si fà a localizzare un cellulare?. Tutti i telefoni cellulari una volta accesi e collegati alla rete dei provider telefonici mobili sono rintracciabili geograficamente. Chiamaci per saperne di piu': 0803026530

Sblocco codici autoradio

Il codice di un autoradio è unico, per ogni radio associata ad ogni telaio, in genere si trova scritto a penna in qualche libretto di garanzia o manutenzione dalla concessionaria. Se è impossibile ritrovarlo, chiamaci: 0803026530

Recupero password perse

Hai dimenticato la tua password per Excel, word, myspace, aol, facebook, yahoo, msn, hotmail, live, gmail, libero, aim, aol....etc? Possiamo aiutarti, chiamaci: 0803026530