Home » Microregistratori » Articoli recenti:

Wikileaks/Daily Mail: Le notti di fuoco che incastrano Assange

Mail: è uomo dai forti appetiti sessuali

Roma, 7 dic. (Apcom) – Una accesa femminista trentenne e una impiegata ventenne sono le due donne all’origine della denuncia per “molestie sessuali, stupro e coercizione” che oggi ha aperto le porte del carcere al fondatore di Wikileaks, il 39enne australiano Julian Assange, al centro di uno scandalo che ha fatto tremare le cancellerie di mezzo mondo dopo la pubblicazione di migliaia di dispacci diplomatici riservati americani. Lo scrive il Daily Mail in un articolo in cui ricostruisce l’intricata vicenda con dovizia di particolari sulla base di una serie di fonti, non meglio identificate, fra cui delle fughe di notizie degli interrogatori della polizia svedese.

La storia comincia l’11 agosto di quest’anno quando Assange sbarca a Stoccolma per intervenire ad un seminario sulla “guerra e il ruolo dei media” organizzato da un’associazione di centro-sinistra, Movement Brotherhood. Il giornalista è ospite nella casa della donna – il Mail la chiama Sarah, nome fittizio per proteggerne l’identità durante la inchiesta – che lo ha invitato al seminario, una bionda sui 30 anni, membro dell’organizzazione e famosa per essere una irriducibile femminista che ha dichiarato guerra aperta ad ogni forma di discriminazione maschile, le molestie sessuali in testa. I due finiscono a letto insieme.

Fonte: Virgilio Notizie

Difesa da molestie sessuali: Micro video registratori

L’economia ai tempi del pizzo

dicembre 7, 2010 Microregistratori No Comments

“A Balestrate i fessi che paghiamo o pagano chi sono?”, si chiede l’imprenditore Salvatore Lombardo il 2 luglio. La risposta arriva dall’uomo che gli siede accanto in macchina. Roberto Pitarresi, uno dei ventiquattro arrestati dell’operazione “The End” dei carabinieri del gruppo di Monreale, risponde con un secco “tutti” e consegna alle microspie lo spaccato di un’economia stritolata dal pizzo.

Pitarresi, indicato come la longa manus dei Vitale a Balestrate, non usa giri di parole per indicare il suo capo: “Ora ti dico tutto il discorso proprio papale papale. C’è il figlio di Vito. U Fardazza”. Poi, elenca i commercianti costretti a pagare: “Parla con Paolo (identificato in Paolo Cataldo, ndr), gli dici mi ha detto Roberto hai preso mille e cinquecento euro a chi li hai dati?… ti do confidenze che vedi che le sai solo tu… glieli ha dati ad Alfonso e gli ha detto portaglieli alla moglie di Narduzzu… Paolo ora deve prendere cinquemila euro e li deve dare! Giovanni Lo Monaco deve prendere quattromila euro e li deve dare…”.

L’interlocutore di Pitarresi, Salvatore Lombardo, è un imprenditore edile a cui è stata imposta la fornitura del calcestruzzo che esce dagli stabilimenti della Edil Village di Alessandro Arcobascio e Alfonso Bommarito, anche loro finiti in cella. I prezzi non sono concorrenziali e qualche imprenditore si lamenta. “Te l’avevo detto che c’era la tragedia – spiega Arcabascio – … perché quello gli aveva detto che gli faceva molto di meno di quanto gli avevo fatto io il preventivo”. Poco importa. Bommarito sa di potere contare sulla forza di persuasione del clan: “… noialtri con lui ci dobbiamo andare a chiacchierare di presenza perché per telefono non mi piace chiacchierare… più tardi scendiamo, lo acchiappiamo, che lui più tardi e lì piedi piedi, ci andiamo a prendere un bel caffè e parliamo di tutte cose, … pure i soldi che avanziamo… “.

Nel corso della conversazione vengono chiariti i passaggi per costringere gli imprenditori a comprare il cemento dall’impresa legata a Cosa nostra. Lombardo ha cambiato fornitore (“no anzi, prima da Impastato lo pagavo a 63 al metro cubo mentre alla Edil Village a 70”). Il surplus, chiamiamolo così, serve per le esigenze della famiglia mafiosa (“gliel’ho detto prendo il cemento da Alessandro pagandolo in più… perché so che una parte resta a voi). I soldi andranno alla convivente e alla figlia di Leonardo Vitale appena tornato in carcere (“hanno arrestato il figlio di Vito U fardazza. Ed ha una piccola con sua figlia fuori”). Lombardo non paga di sua iniziativa. Gli hanno fatto capire che è meglio obbedire (“io li sto preparando i mille euro cioè io davanti alla porta ho trovato una bottiglia”).

Quando scarcerano Giovanni Vitale è chiaro a tutti che sarà lui a prendere il potere. Gianfranco Brolo ed Elviro Paradiso, altri due dei ventitré arrestati, non hanno dubbi: “Giovanni e suo zio Michele resteranno da parte come fanno e resteranno per come sono le cose.. però qualsiasi decisione tocca sempre a loro”. Gli ultimi dubbi sugli equilibri a Partinico e dintorni, sono fugati, dicono gli inquirenti, da Roberto Pitaressi che spiega a Salvatore Lombardo “… si devono stare tutti in un angolo Salvatore appena si muovono di una virgola quello che è uscito li arrostisce”.

Fonte: Live Sicilia

Pedofilia, il Vaticano serra i ranghi: “In arrivo nuove regole”

novembre 21, 2010 Microregistratori No Comments

Nuove linee guida pubblicate dalla Santa Sede per affrontare i casi di abusi perpetrati da sacerdoti.

Una risposta che sia “coordinata ed efficiente” agli abusi di preti a danno di minori: questo l’intento voluto dalla Santa Sede che ha fatto sapere ieri delle nuove linee guida, attualmente in elaborazione, e che saranno diffuse alle chiese locali in tutto il mondo. A parlarne è il New York Times: “Proteggere i bambini, collaborare con le autorità civili, selezione più cauta dei futuri preti”. Si tratterebbe dell’intervento “più incisivo ipotizzato finora”, spiegano da New York. Le misure sono state annunciate ieri dal cardinal Levada, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, ovvero la Santa Inquisizione, che ha giurisdizione sui casi di preti pedofili per quanto riguarda l’ordinamento ecclesiastico. Secondo padre Federico Lombardi, portavoce vaticano, con le nuove linee guida i vescovi saranno in grado di affrontare con successo ogni possibile situazione nei loro paesi: le misure messe in piedi dal Vaticano sarebbero così applicabili ad ogni situazione. “Il Vaticano incoraggerà le singole Conferenze Episcopali a sviluppare piani che siano efficaci, effettivi, tempestivi, articolati e completi per proteggere i minori; e che aiutino a ristabilire la giustizia, sia per le vittime che per la prevenzione e l’addestramento, anche nei paesi in cui il problema non si è manifestato drammatico come lo è stato in altri casi”, continua il Times della Grande Mela.

Fonte: Giornalettismo

Difesa contro abusi su minori

L’infedeltà virtuale può annullare un matrimonio

Ha destato grande scalpore, e non poteva essere altrimenti visto che si tratta di un caso unico al mondo, una sentenza di una Corte di Cassazione italiana secondo la quale, se un coniuge teorizza l’infedeltà coniugale, il matrimonio può essere annullato.

La sentenza del tribunale civile segue quella del Tribunale Ecclesiastico, che stabilisce una sorta di “processo alle intenzioni” di infedeltà coniugale. In pratica, sia secondo il Tribunale della Chiesa che secondo quello civile che ne ha recepito le indicazioni, se un coniuge dichiara di seguire il principio della cosiddetta “coppia aperta”, il matrimonio è da ritenersi nullo, anche se l’infedeltà non venga effettivamente portata a termine.
Infatti, la coppia aperta pregiudica il rapporto di fiducia esclusiva e reciproca alla base del matrimonio, che può pertanto essere dichiarato nullo.

Tale sentenza ha destato perplessità anche all’estero, specialmente nel Regno Unito, dove ogni notizia “particolare” proveniente dall’Italia assume spesso una certa rilevanza.
Ovviamente, anche in Italia la decisione del Tribunale non ha mancato di suscitare grandi discussioni. In Italia, infatti, secondo le leggi vigenti in tema di matrimonio ed infedeltà, tradire il coniuge può essere sanzionato, e portare allo scioglimento del vincolo coniugale, soltanto se il tradimento si verifichi effettivamente, e non in presenza soltanto di una sorta di “dichiarazione di intenti” in tal senso.

In breve, l’infedeltà deve essere la causa e non la conseguenza della crisi coniugale. Infatti, proprio per tale motivo risulta difficile provare che una crisi coniugale inizi in seguito ad un tradimento e non prima di esso, e pertanto oltre la metà dei tradimenti effettivamente consumati non vengono sanzionati dal giudice.

Ovviamente, se in Inghilterra risulta di difficile comprensione il fatto che un’autorità laica segua le indicazioni di un tribunale ecclesiastico, il tutto va visto attraverso gli occhi di un Paese (l’Italia) dove la morale cattolica è profondamente radicata, e il Vaticano, pur non esercitando in teoria alcun potere sullo Stato Italiano, è comunque in grado di orientarne la politica.

Fonte: Endoacustica Blog

Molestie su una tredicenne, in manette un pensionato

novembre 2, 2010 Microregistratori No Comments

E’ successo a Camerino: un 70enne, amico della famiglia della ragazzina, approfittava dell’assenza dei genitori per entrare in casa e approfittare della minore. A denunciare il fatto sono stati i vicini

Camerino (Macerata), 1 novembre 2010 – Violenza sessuale su una ragazza di 13 anni, figlia di una coppia di vicini. Con questa pesante accusa i carabinieri hanno arrestato a Camerino un uomo di 70 anni, G.S.

A segnalare la violenza sono stati i vicini di casa che avevano notato le frequenti visite dell’uomo in casa della ragazza in assenza dei genitori. Le visite si sarebbero protratte per circa due mesi. I carabinieri hanno avviato le indagini che hanno portato all’arresto del 70enne.

Secondo l’accusa, il pensionato, approfittando anche del fatto che è lontano parente della famiglia della ragazza, ha convinto la giovane a farlo entrare in casa quando i genitori erano assenti per lavoro, approfittando quindi di lei dopo averla fatta denudare. Le molestie si sarebbero verificate anche per le scale e nell’atrio del palazzo.

Domani, intanto, è in programma l’udienza di convalida dell’arresto.

Fonte: Il Resto del Carlino

Difesa dalle molestie sessuali: Microregistratori digitali

Bullismo: alunna colpita con dizionario su testa, 3 denunce

novembre 1, 2010 Microregistratori No Comments

La vittima, piacentina di 14 anni, ha una prognosi di 15 giorni

(ANSA) – PIACENZA, 1 NOV – Colpita con un dizionario di italiano alla testa una studentessa di 14 anni e’ stata portata all’ospedale con una prognosi di guarigione in 15 giorni. A brandire il tomo sarebbe stato uno studente ucraino di 16 anni.

Il fatto e’ avvenuto giorni fa in una scuola media di un comune della Val Nure dove ai danni degli studenti imperverserebbe una baby gang che sarebbe stata guidata dallo stesso ucraino. Con il sedicenne, per episodi di bullismo sono stati denunciati dai carabinieri per minacce, percosse e ingiurie altri tre studenti: un marocchino e due piacentini. (ANSA).

Fonte: ANSA

Per difendersi dai bulli: microregistratori digitali

Alla Casa delle Donne si racconta il Mobbing

ottobre 29, 2010 Microregistratori No Comments

Sarà presentato martedi 26/10/2010 il libro Mobbing, Storia di una Donna che non si Arrende, a firma di Caterina Ferraro Pelle.
Il libro sarà presentato alla Casa delle Donne, in Via della Lungara a Roma, sarà naturalmente presente l’autrice che per l’occasione risponderà alle domande dei giornalisti.
Il libro Mobbing, racconta l’esperienza personale di Caterina Ferrato Pelle, una dirigente della Pubblica Amministrazione che, per motivi futili, diventa improvvisamente bersaglio dei suoi superiori.
Un tema delicato e molto sentito in Italia, un Paese che per quanto riguarda il lavoro femminile, è spesso al centro di scandali poco edificanti.

Quello del Mobbing inizia infatti ad essere un reato sempre più denunciato e molto spesso appunto, riguarda proprio le donne.
Caterina Ferraro Pelle con questo romanzo si è conquistata di diritto l’appellativo di donna coraggio, riuscendo a trovare la forza di denunciare quello che normalmente viene sommerso o peggio ancora affossato. Un racconto di vita dunque, un racconto umano di cui verranno letti anche degli stralci, tramite la voce di Alessandra Vanzi.
Presenzieranno alla presentazione del libro: Paola Balducci, avvocato; Teresa Dattilo, psicoterapeuta; Bia Sarasini, giornalista.

Telecamere per sorveglianza domestica: come sceglierle

Installare delle telecamere di sorveglianza in casa può aiutare per tenere d’occhio i figli piccoli mentre dormono, affiancando una baby sitter in carne ed ossa e monitorandone il lavoro, e dando serenità a genitori e figli.

Proveremo ad aiutarvi nella scelta del sistema adatto alle vostre esigenze, con un elenco di cinque domande e risposte che vi aiuteranno a costruire la vostra base di conoscenze delle tecnologie di sorveglianza domestica.

1. Cos’è la video sorveglianza nascosta?

Un sistema di sorveglianza segreta è progettato per registrare video di una determinata zona, senza essere rilevato; può essere utilizzato per una serie di applicazioni differenti all’interno della casa: controllo anti intrusioni, sorveglianza a distanza, come il controllo dello stato di eventuali lavori all’interno della vostra casa.

I sistemi di sorveglianza nascosta sono costituiti da componenti diversi da quelli delle normali apparecchiature di sorveglianza. Innanzitutto, le loro dimensioni devono essere ridotte, per occultare facilmente i componenti, i quali devono anche funzionare senza produrre rumori, e che vanno scelti in base alle specificità delle varie destinazioni d’uso.

2. Cosa c’è di speciale in un sistema di videosorveglianza domestica?

Il termine “sorveglianza babysitter” è usato come sinonimo di sorveglianza discreta. I sistemi di sorveglianza per un uso domestico spesso contengono telcamere e componenti adatti al monitoraggio attivo di tutta la vostra casa. Per esempio, la sorveglianza a distanza, che permette ai genitori di controllare i loro figli durante il giorno, in tempo reale.

Un’altra importante caratteristica da considerare è la qualità della telecamera, poiché la qualità dell’immagine è estremamente importante per ottenere immagini chiare e facili da distinguere.

3. Meglio un sistema cablato o wireless?

La maggior parte dei sistemi di sorveglianza domestica è wireless, per una maggiore comodità di installazione e discrezione d’uso. Ciononostante, esistono ancora molti modelli cablati, con caratteristiche pressoché identiche.
In ogni caso, la tendenza attuale va verso sistemi wireless, che sono ora molto più sicuri di quanto non fossero in passato.

4. Cos’è la video sorveglianza a distanza?

Il termine si riferisce alla possibilità di visualizzare i filmati registrati dalla rete di sorveglianza, pur trovandosi a distanza. Molti sistemi hanno la possibilità di accesso remoto per consentire il controllo remoto della fotocamera, che può aumentare o cambiare l’area visualizzabile.
Grazie ai moderni sistemi di sorveglianza a distanza potrete avere aggiornamenti in tempo reale sulla situazione della vostra casa con estrema precisione, invece di scorrere ore ed ore di immagini alla ricerca di eventuali eventi particolari.

5. Quali caratteristiche vanno considerate?

Molti sistemi di sorveglianza disponibili sul mercato svolgono un ottimo lavoro di monitoraggio discreto. Tuttavia, altri fattori importanti da prendere in considerazione per aumentare l’efficacia del sistema includono:

Foto di qualità – La qualità delle immagini video ha un ruolo importantissimo per l’efficacia complessiva dei vostri sforzi di sorveglianza. Se avete intenzione di investire denaro in un sistema di sorveglianza,è importante dotarsi di telecamere di qualità che offrano immagini nitide e riproduzione video chiara (almeno 30 fps e risoluzione di almeno 480 linee).

Sorveglianza esterna – La portata della rete di sorveglianza può essere aumentata, usando telecamere progettate per la sorveglianza esterna.

Custodie per telecamere – Mentre gli alloggiamenti non determinano la qualità dell’immagine catturata, essi hanno un impatto sulla efficacia complessiva del sistema, in quan to assicurano alle vostre telecamere una adeguata protezione da agenti esterni (pioggia, umidità etc) mantenendole stabili e garantendo un funzionamento ottimale.

La scelta o meno di usare un sistema di sorveglianza domestica può essere molto importante, ma una volta che la decisione è presa, può essere ancora più difficile scegliere l’equipaggiamento adatto. Avere una conoscenza di base di alcuni degli aspetti critici da considerare, dovrebbe aiutarvi nel processo di selezione.


… Continue Reading

Prima di comprare un micro registratore digitale

Le registrazioni vocali digitali durano molto più a lungo di quelle sulle care vecchie cassette, e una cassetta, ovviamente, non può essere inserita in un PC.
Ci sono moltissimi tipi di micro registratori sul mercato, quindi bisogna scegliere con attenzione per essere sicuri di scegliere un registratore adatto per le proprie esigenze.
Dovete usarlo soltanto per dettatura digitale, o avete bisogno di un registratore digitale con funzionalità di trascrizione? Ecco una piccola guida alle funzioni dei registratori vocali digitali per aiutarvi nella vostra scelta.

Tempo di registrazione dei registratori micro
Come regola generale, più alta è la qualità della registrazione, minore sarà il numero di ore a disposizione da poter essere salvate sul vostro microregistratore.
Assicuratevi sempre di controllare quanto tempo si può registrare in modalità ad alta qualità, perché questa è la qualità di registrazione che sarà necessaria perché il vostro microregistratore digitale funzioni bene in coppia con un software di riconoscimento vocale che possa trascrivere automaticamente le vostre registrazioni.

Salvataggio dati sui registratori in miniatura
Per motivi di lavoro, è comodo avere un registratore vocale digitale in grado di gestire non soltanto semplici files audio. I registratori digitali dotati di memoria USB sono in grado anche di memorizzare altri tipi di file, come documenti e immagini, ed essere usati come drives portatili, proprio come una chiave USB.
A tale scopo, è importante che il vostro registratore abbia la capacità di organizzare i files.
Ai fini della gestione del file, conviene assicurarsi che i dati voce possano essere salvati in almeno tre diverse cartelle separate.

Caratteristiche di registrazione digitale
Cercate un registratore digitale con una gamma completa di funzioni che rendano più semplice il compito di registrazione. Se il vostro microregistratore è dotato di attivazione vocale, per esempio, la registrazione viene arrestata automaticamente ogni volta che c’è un periodo di silenzio; se potete scorrere velocemente il file audio, sarà più facile per voi per trovare la sezione della registrazione che si desidera riprodurre o analizzare. Se è dotato di display LCD, è importante sapere cosa viene visualizzato.

Connettività del vostro microregistratore
La connettività con i PC è una funzionalità che i registratori vocali digitali più economici a volte non hanno, ma che è assolutamente necessaria. La maggior parte dei registratori vocali digitali permettono di trasferire i dati ad un PC usando una interfaccia USB. L’opzione da preferire è sicuramente quella che permette di si collegare il registratore direttamente alla porta USB del computer.

Registratori vocali digitali e trascrizione
Se si vuole essere in grado di trascrivere i files vocali registrati con un microregistratore, si dovrà avere qualche software che esegua la trascrizione. Alcuni registratori sono forniti in bundle con software di riconoscimento vocale o con il proprio software personalizzato per la trascrizione; in altri casi, sarà necessario acquistare il softwaer separatamente.

Funzionalità della trascrizione
Se avete intenzione di condividere il vostro registratore digitale con altre persone, è conveniente orientarsi su un modello che consenta di memorizzare diversi profili utente. Alcuni software di trascrizione includono funzionalità di gestione, come ad esempio la possibilità di assegnare tipi di lavoro differenti alla dettatura, o l’invio automatico di tutti i vostri files trascritti, direttamente verso uno specifico indirizzo di posta elettronica.

Registratore micro

Fonte:  Endoacustica.com

Guida al controspionaggio

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 2)

LEGGI LA PRIMA PARTE… – La scatola di una presa elettrica sembra essere stata spostata. Le prese elettriche sono tra i punti dove più frequentemente vengono nascosti dispositivi di intercettazione, così come lo sono i rilevatori di fumo, le lampade o gli interruttori. Se notate della sporcizia (tipo segatura o …

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 1)

A casa, in ufficio ed in qualsiasi posto vi troviate potreste essere spiati. Chiunque voi siate, e qualsiasi cosa facciate, vi può capitare di incontrare persone che, per interesse o per avidità di potere, desiderano di venire in possesso di vostre informazioni riservate, sia per danneggiarvi che per ottenere un …

Il fisco controllerà anche i telefoni

Tra le grandi manovre di controllo che si stanno operando per monitorare i contribuenti, pare che gli agenti 007 dell’Agenzia delle Entrate si stiano concentrando sulle intercettazioni del nostro cellulare. Iphone, Samsung o qualsiasi altra marca sia, il fisco non si pone limiti. Non si tratta di spiare il contenuto …

Guide alla videosorveglianza

Come arrestare il key bumbing, il furto senza traccia

La nuova frontiera dei furti, per ladri in continuo aggiornamento, è il “key bumping”. Si tratta dell’arte di aprire le porte delle abitazioni senza lasciare segni di effrazione. A Roma, i Carabinieri hanno arrestato una banda di georgiani, ben 37 persone, specializzate in furti in appartamenti nella città e in provincia. L’organizzazione criminale è risultata responsabile di decine di colpi in appartamenti, e in particolare, è specializzata nella tecnica consente …

I consigli del ladro per una difesa ottimale contro i furti in estate.

furti in appartamento

Le vacanze, per molte famiglie italiane, sono già iniziate. Le città si svuotano e le case rimangono sempre più isolate, soprattutto se i vicini decidono di partire nello stesso periodo. Quella delle vacanze estive, quindi, diventa un’occasione per ladri, professionisti e no, per entrare in azione, in quanto hanno meno possibilità di essere visti e acciuffati e possono, così, agire con più calma. Il giornale napoletano “Il Mattino” proprio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 4 – Visione filmati e integrazione

Passiamo alla quarta ed ultima parte della nostra guida, rispondendo a domande su come visualizzare i video di sorveglianza e come integrare le proprie apparecchiature di sorveglianza con altri sistemi video. 6. Visualizzare i video La maggior parte dei video di sorveglianza non viene mai vista da esseri umani, se non per indagini storiche. Alcuni sistemi a circuito chiuso consentono la visione in diretta, ad esempio come sistemi antitaccheggio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 3 – Salvataggio filmati e analisi video

Proseguiamo con le nostre 7 domande, con la parte dedicata ai supporti di salvataggio dei filmati video, e all’analisi dei filmati registrati. 4. Salvataggio I video di sorveglianza sono quasi sempre salvati per recupero e revisione. La durata media dello stoccaggio è tra i 30 e i 90 giorni, anche se in alcuni casi il periodo può essere più breve, o durare anche per qualche anno. I due elementi più …

Contattaci


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

CONTATTACI SU SKYPE

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Intercettazioni.eu

Un aggregatore di articoli e guide online, su argomenti legati allo spionaggio, contro spionaggio, controllo accessi, intercettazioni, Sicurezza personale, protezione dei propri beni e dei vostri affetti.

Ricerca intestatario numero di cellulare

Vuoi sapere il titolare di un numero di telefono cellulare? o viceversa vuoi conoscere il numero di telefono partendo dall'intestatario? I numeri esteri non sono un problema! Chiamaci: 0803026530

Fornitura di sim card anonime

In abbinamento con i nostri telefoni cellulari Stealth Phone, per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza alle vostre conversazioni telefoniche, da oggi possiamo offrirvi anche una serie di schede SIM anonime, per ottenere le quali non c’è bisogno di alcuna registrazione.
Chiamaci per saperne di piu' allo 0803026530!

Recupero sms cancellati

Recuperiamo sms, dati cancellati da sim card e telefoni cellulari. Devi inviarci la sim card e/o il telefono cellulare. In meno di una settimana riceverai i dati estratti per e-mail o per posta. Chiamaci per ulteriori informazioni: 0803026530

Come localizzare un cellulare

Come si fà a localizzare un cellulare?. Tutti i telefoni cellulari una volta accesi e collegati alla rete dei provider telefonici mobili sono rintracciabili geograficamente. Chiamaci per saperne di piu': 0803026530

Sblocco codici autoradio

Il codice di un autoradio è unico, per ogni radio associata ad ogni telaio, in genere si trova scritto a penna in qualche libretto di garanzia o manutenzione dalla concessionaria. Se è impossibile ritrovarlo, chiamaci: 0803026530

Recupero password perse

Hai dimenticato la tua password per Excel, word, myspace, aol, facebook, yahoo, msn, hotmail, live, gmail, libero, aim, aol....etc? Possiamo aiutarti, chiamaci: 0803026530