Home » spionaggio internazionale » Articoli recenti:

Georgia: proteste per l’arresto dei reporter accusati di spionaggio

luglio 10, 2011 Spionaggio No Comments

Era il fotografo personale del presidente georgiano Mikhail Saakashvili.

Irakli Gedenidze è stato arrestato ieri assieme ad altri due colleghi con l’accusa di spionaggio per conto della Russia.

Con lui in cella sono finiti Zurab Kurtsikidze della European Pressphoto Agency e il fotoreporter freelance Giorgi Abdaladze.

Gli arresti hanno provocato l’immediata reazione dei colleghi che nella serata di ieri hanno manifestato davanti al Ministero degli interni di Tiblisi.

E’ stata espressa tanta solidarietà ma allo stesso tempo rabbia per quanto successo. Le ragioni che hanno portato a questi arresti non sono affatto chiare. Le autorità non hanno fornito nessuna spiegazione circostanziata nè tantomeno hanno fornito prove del ritrovamento di microspie. Cos‘è successo quindi esattamente?. I fotografi georgiani scesi in piazza pretendono spiegazioni dalle autorità.

Negli ultimi tre anni il braccio di ferro postbellico con Mosca ha portato in cella decine di persone con accusate di spionaggio. Gli arrestati stamane sono comparsi davanti ai giudici. I loro avvocati non hanno rilasciato dichiarazioni

Fonte: Euronews

Spy story in Egitto: diplomatico iraniano sarà espulso per spionaggio

maggio 31, 2011 Spionaggio No Comments

Un diplomatico iraniano, Sayed Kassem al-Hosseini, sarebbe stato arrestato in Egitto perché accusato di spionaggio. Stando a quanto riporta il quotidiano al-Ahram, il diplomatico avrebbe inviato in Iran informazioni politiche, militari ed economiche “con l’obiettivo di danneggiare gli interessi dell’Egitto”. La procura della sicurezza di Stato egiziana avrebbe già interrogato il diplomatico iraniano, e a seguito dell’interrogatorio le autorità dell’Egitto avrebbero deciso per l’espulsione.

Fonte: Mainfatti

Russia, l’addetto militare israeliano allontanato per spionaggio

maggio 19, 2011 Spionaggio No Comments

A giugno doveva completare il suo mandato

L’addetto militare israeliano Vadim Leiderman, e’ stato fermato in Russia con l’accusa di spionaggio lo scorso 12 maggio e successivamente e’ stato costretto a lasciare il Paese. Lo confermano il Ministero della Difesa e l’esercito israeliano.

Vadim Leiderman è stato nominato addetto militare di Israele in Russia nel 2008, mentre a giugno doveva completare il suo mandato. Doveva sostituirlo un medico militare, Kobi Haviv.

Fonte: Virgilio Notizie

Verdetto vicino per americani sotto processo in Iran

maggio 11, 2011 Spionaggio No Comments

La giustizia iraniana potrebbe essere prossima a raggiungere un verdetto nel caso dei tre cittadini statunitensi accusati di spionaggio.

Shane Bauer, Josh Fattal e Sarah Shourd sono stati arrestati il 31 luglio 2009 per essere entrati in territorio iraniano durante un’escursione in Iraq. Il loro legale è convinto che la corte deciderà nell’udienza di mercoledì.

“Durante la loro detenzione – ha detto Masoud Shafie – ho più volte richiesto che mi fosse accordato un colloquio privato con i miei clienti, per concordare una linea difensiva. Ora, se Sarah non fosse stata rilasciata, non saprei niente di come si sono svolti i fatti”.

Sarah Shourd ha ottenuto la libertà su cauzione nel mese di settembre e da allora è tornata negli Stati Uniti, mentre i suoi due compagni sono rimasti in prigione a Teheran.

Il caso ha aggravato le tensioni tra Washington e la Repubblica islamica, dove un’accusa di spionaggio può comportare addirittura una condanna alla pena capitale.

Fonte: Euronews

Russia, accuse per ex agente spionaggio che fornì informazioni a Usa

maggio 4, 2011 Spionaggio No Comments

Mosca (Russia) – Alexander Poteyev, un ex agente di spionaggio russo che aveva aiutato le autorità statunitensi a scoprire una rete di spie, tra cui Anna Chapman, è stato accusato di alto tradimento e diserzione. Lo riferiscono le agenzie di stampa russe, citando un comunicato dei Servizi federali per la sicurezza della Russia. Dieci agenti che raccoglievano informazioni per Mosca erano stati arrestati ed espatriati l’anno scorso. Le accuse nei confronti di Poteyev sono state presentate al principale tribunale militare di Mosca. La legge russa prevede fino a 20 anni in carcere per alto tradimento e sette per diserzione.

Fonte: Blitz Quotidiano

“Al Qaeda cercherà di vendicare bin Laden”

maggio 3, 2011 Spionaggio No Comments

Ne è convinto il numero uno della Cia Leon Panetta. Opinione condivisa anche dal leader del controspionaggio dell’Ue de Kerchove che sottolinea come le città europee dovranno guardarsi anche dalle azioni di singoli simpatizzanti del network del jihad

“Con l’uccisione di Bin Laden il mondo sarà un posto più sicuro”. Un’opinione a dir poco isolata quella del presidente del Parlamento europeo Jerzy Buzek che ha commentato così l’uccisione del principe del terrore. Da Bruxelles a New York le dichiarazioni su una possibile reazione di al Quaeda alla morte del proprio leader sono di tutt’altro tenore: dal numero uno della Cia, Leon Panetta fino capo dell’antiterrorismo dell’Unione europea Gilles de Kerchove. Se il responsabile dell’intelligence americana dice che “quasi certamente” al Quaeda tenterà di vendicare la morte di Osama, de Kerchove sottolinea che a preoccupare il controspionaggio europeo sono le azioni di singoli simpatizzanti jihadisti rispetto a quelle di gruppi organizzati. E infatti la minaccia dell’imam salafita Al-Bakri non ha tardato ad arrivare: il network del fondamentalismo “si vendicherà in Europa”.

Quello di cui tutti sono convinti, dagli imam ai capi dei servizi segreti occidentali, è che il jihad (la guerra santa) non si fermerà per la morte di una persona. Anche se quella persona si chiama Osama bin Laden.

Comunque sia la parola d’ordine delle cancellerie di tutto il mondo è rafforzare i controlli e le misure di sicurezza per prevenire le molto probabili reazioni di gruppi o singoli fondamentalisti. In Italia sono state potenziate le misure di sicurezza sugli obiettivi sensibili di Stati Uniti e Pakistan. Lo ha deciso il Comitato di analisi strategica antiterrorismo che ha diramato una circolare indirizzata ai prefetti e ai questori.

La morte di Osama “indebolirà ulteriormente il nucleo di Al Qaeda, le cui capacità operative sono già state ridotte. Ma non è finita, dobbiamo continuare i nostri sforzi”, ha ammonito de Kerchove, ricordando che l’organizzazione era dietro il piano terroristico sventato la settimana scorsa in Germania e che “i gruppi affiliati restano attivi”, come dimostrato dall’attentato del 28 aprile in Marocco. Il capo dell’antiterrorismo europeo ha sottolineato come il primo obiettivo siano “gli americani e i pachistani”, ma ha anche aggiunto come “nel mirino ci siamo tutti noi, per questo nelle prossime settimane dovremo restare vigili”.

Continua a leggere su Il Fatto Quotidiano

Cia, svelato il segreto dell’inchiostro simpatico

aprile 21, 2011 Spionaggio No Comments

Un buon agente della Cia per fare bene il suo mestiere di spia nel corso del Novecento era tenuto a conoscere anche questo: come fabbricare con le sue mani l’inchiostro simpatico, quello che consente di scrivere messaggi ”invisibili”. A rivelarlo e’ stata la stessa Cia che ha rivelato oggi sul suo sito di aver declassificato i sei piu’ antichi documenti classificati tenuti ancora segreti nei suoi archivi. Si tratta di sei documenti che risalgono agli anni 1917 e 1918. Due di essi spiegano – tra l’altro – quale sia la formula segreta per fabbricare l’inchiostro invisibile. Il primo e’ un memorandum datato 14 giugno 1918. E’ scritto in francese e rivela la formula dell’ ”inchiostro invisibile” usato dai tedeschi. Il secondo, che risale agli stessi anni, rivela invece gli ingredienti chimici e le tecniche necessarie per sviluppare e produrre altri tipi di inchiostri simpatici, diversi da quello tedesco. Ma insegna anche agli agenti segreti come fare per aprire e leggere una lettera chiusa senza essere scoperti. ”Questi documenti sono rimasti classificati per quasi un secolo – ha spiegato il direttore della Cia, Leon Panetta -. Oggi gli ultimi progressi fatti in campo tecnologico ci permette di renderli noti. Quando un’informazione storica non e’ piu’ considerata delicata, prendiamo in seria considerazione la responsabilita’ di condividerli con il popolo americano”. Ecco allora che da oggi – se mai qualcuno desiderasse consultarla – e’ disponibile la formula dell’inchiostro invisibile usato nel corso della Prima Guerra Mondiale dalle spie tedesche per mandare i loro messaggi segreti. Per essere stata custodita per quasi un secolo in termini ‘classificati’, quella formula e’ stata evidentemente utilizzata anche dalle spie della Cia. Ma oggi bel altre ‘invisibilita” sono possibili, puo’ anche cadere il velo sulla esatta composizione dei componenti chimici necessari per produrre ”l’inchiostro che non si vede”. Dopo quasi cent’anni, quella formula e’ ormai degna piu’ di un museo che non di un archivio segreto. La Central Intelligence Agency ha comunicato che quel documento sara’ d’ora in poi custodito ai National Archives di Washington. ”La Cia – ha commentato il direttore dei Servizi di Informazione dell’Agenzia, Joseph Lambert – riconosce l’importanza di aprire al pubblico questi documenti storici. Nel solo anno fiscale 2010 l’Agenzia ha declassificato e reso pubbliche oltre 1,1 milione di pagine di documenti”.

Fonte: Blitz Quotidiano

Libia: tre giornalisti della BBC catturati e picchiati dai militari di Gheddafi

marzo 11, 2011 Spionaggio No Comments

Tre reporter della BBC sono stati arrestati e picchiati dalle forze del leader libico Muammar Gheddafi dopo essere stati accusati di spionaggio. Lo riferisce la stessa emittente britannica. La troupe stava cercando di raggiungere la città di Zawiya appena riconquistata dall’esercito di Gheddafi che nell’offensiva ne ha bombardato i pozzi di petrolio. Picchiati con pugni, ginocchiate e colpi di fucile, e sottoposti a finte esecuzioni da parte dei membri dell’esercito della Libia e della polizia segreta, gli uomini sono stati reclusi lunedì per 21 ore, ma ora hanno lasciato la Libia, si legge nel comunicato.

La Libia sta assistendo a massicce proteste anti-governative dal 14 febbraio. I manifestanti chiedono la cacciata di Gheddafi – probabilmente in fuga in aereo – che ha governato il paese nord africano per quasi 42 anni.

I tre sono stati portati in un enorme caserma militare a Tripoli dove, dopo essere stati bendati, ammanettati, è avvenuta la violenza. Uno dei tre, Chris Cobb-Smith, ha dichiarato: “Siamo stati allineati contro il muro. Io ero l’ultimo della fila – di fronte al muro. Ho guardato indietro e ho visto un tizio in borghese con una mitra. Lo ha messo al collo di tutti. L’ho guardato e ha urlato contro di noi. Poi si è avvicinato a me, mi ha messo l’arma alla nuca e ha premuto il grilletto due volte. I proiettili hanno fischiato vicino il mio orecchio. I soldati si sono messi a ridere.”

Un secondo membro del team – Feras Killani (nella foto a sinistra), un corrispondente di origine palestinese – ha detto di aver perso i sensi dopo le percosse ricevute. I sequestratori gli hanno detto di odiare i suoi reportage della rivolta libica popolare e lo hanno accusato di essere una spia, rivela la BBC. Il terzo membro della squadra, il cameraman Goktay Koraltan (nella foto a destra), ha detto che erano tutti convinti che stavano per morire.

Durante la detenzione, il team della BBC ha assistito alle torture contro i detenuti libici, molti dei quali erano originari di Zawiya. “Non posso descrivere quanto ripugnante fosse. La maggior parte di loro [gli altri detenuti] sono stati incappucciati e ammanettati in modo molto stretto, tutti con le mani gonfie e le costole rotte. Urlavano,” Koraltan ha detto.

Un alto funzionario del governo libico avrebbe chiesto scusa per il trattamento subito dal team della BBC.

La BBC ha detto che “condanna fermamente questo trattamento abusivo”.

“La sicurezza del nostro personale è la nostra principale preoccupazione soprattutto quando riguarda gli impegni in condizioni difficili. E’ essenziale che i giornalisti che lavorano per la BBC, o qualsiasi altra persona che sostiene la BBC, sia autorizzata a esporre i fatti della situazione in Libia senza paura di un attacco” si legge della nota.

Fonte: Fan Page

Cuba denuncia i piani sovversivi Usa con l’uso di sofisticate tecnologie

marzo 9, 2011 Spionaggio No Comments

L’Avana, 8 mar (Prensa Latina) Cuba ha mostrato prove dello sviluppo di piani degli Stati Uniti per cercare di installare sull’Isola sistemi di comunicazione e di spionaggio illegale con l’uso di sofisticate tecnologie. Dalexis Madruga Gonzalez, uno studente laureato in ingegneria delle telecomunicazioni presso l’Università “Josè Antonio Echeverria” è stato contattato da agenti statunitensi per l’introduzione illegale e clandestina di sofisticate apparecchiature e l’installazione di una rete. Un documentario trasmesso ieri sera dalla televisione cubana ha riportato dalla sua stessa voce le immagini di chi, poi, è diventato l’agente Raul della Sicurezza dello Stato, le misure prese per il montaggio persino di un sistema che trasmettesse direttamente all’Ufficio di Interessi USA a L’Avana.
Come parte dei progetti milionari finanziati dai vari governi Usa, l’obiettivo era anche quello di trasmettere messaggi cifrati con informazione classificata direttamente al territorio nordamericano.
Stavano cercando di usare i progressi tecnologici e la conoscenza di Gonzalez Madruga per lo scambio di informazioni e istruzioni, destinate queste ultime a facilitare le attività destabilizzanti all’interno del paese.
Il cortometraggio ha fatto un racconto della partecipazione dei funzionari dell’Ufficio di Interessi USA a L’Avana in incontri con elementi controrivoluzionari per la trasmissione di ordini provenienti dagli Stati Uniti ed ha anche rivelato le attività comandate e che doveva fare Gonzalez.
Il giovane ingegnere cubano ha mostrato come sono entrate nel paese antenne speciali, pezzi ed altri articoli per lo scopo dichiarato, mascherati come articoli sportivi ed approfittando di una competenza di surf tenutasi sull’isola.
Ha rivelato che i cospiratori gli avevano assegnato il soprannome di Alejandro, nonché i luoghi dove è dovuto andare a raccogliere gli invii portati da viaggiatori provenienti dagli Stati Uniti.
“Nel rendermi conto di quali erano le intenzioni contro il mio paese, sono diventato per loro l’agente Alejandro, ma in realtà io ero l’agente Raul della Sicurezza dello Stato”, ha detto.
Il documentario ricorda il tragitto di questo tipo di attività cospirativa contro Cuba, effettuato dal decennio degli anni 60 dagli Stati Uniti ed il suo finanziamento ufficiale, compreso le assegnazioni milionarie destinate a tale compito da parte dell’attuale Governo.

Fonte: Prensa Latina

Spiare all’ONU

marzo 9, 2011 Spionaggio No Comments

Un memorandum diplomatico esposto da Wikileaks rivela che Hillary Clinton ha nei fatti ordinato a funzionari americani di spiare l’ONU.

Il memo segreto, firmato Clinton, è un tentativo buffonesco di far sì che comuni burocrati ONU diventino spie.

Il memorandum sembra aver l’intento di minare istituzioni ONU. Si disse a funzionari ONU di ottenere “Dettagli sulla corruzione in organizzazioni sanitarie internazionali… fra cui OMS, UNAIDS, FAO, e il Fondo globale per combattere AIDS, tbc e malaria. Si chiesero anche informazioni personali sul direttore generale dell’OMS, il capo dell’UNAIDS, l’Organizzazione sanitaria panamericana e altri alti ufficiali, di qualunque nazionalità. Gli USA chiesero anche “informazione biometrica”, che, secondo un altro memo di Wikileaks (che mirava a spiare leader africani, non l’ONU) include categoricamente “impronte digitali, immagini facciali, DNA, scansioni dell’iride”.

Gli USA sono legati a un trattato del ’46 che sancisce: “Gli edifici dell’ONU saranno inviolabili”, e che le sue proprietà saranno “immuni da… ogni… forma di interferenza”. Senza queste garanzie, i colleghi dell’ONU non possono fidarsi l’uno dell’altro, e i luoghi di lavoro ONU si possono ingrippare (immaginate se capita durante una pandemia).

Finora, gli USA non hanno presentato scuse. Washington ha cacciato spie russe non molto tempo fa, e non può lamentarsi in caso di reazione.

Fonte: Rete Eco

I Servizi Segreti Cinesi

marzo 7, 2011 Spionaggio No Comments

Come si prepara la Cina a gestire il suo nuovo ruolo di superpotenza? E quanta parte hanno nelle sue strategie politiche i servizi segreti?

Roger Faligot, esperto di questioni asiatiche, è andato a indagare nei retroscena della politica internazionale di Pechino per scoprire quali segreti si celano dietro l’impenetrabile facciata e come si muovono i servizi segreti ritenuti i più potenti al mondo. Raccogliendo documenti inediti, consultando archivi segreti e intervistando esperti dei servizi informativi, responsabili politici, diplomatici, rifugiati politici e dissidenti, l’autore ha scoperto scottanti verità: ci parla di spionaggio industriale e guerra lampo su internet, spiega come la Cina si dedichi alla formazione di hacker addestrati ad attaccare i siti governativi stranieri, ci rivela come in occasione dei Giochi Olimpici atleti e giornalisti siano stati spiati da un centro informativo appositamente creato, dotato di un budget miliardario. Tutto fa pensare che l’Impero di Mezzo stia ancora attingendo a piene mani dall’antica arte dello spionaggio, e la stia affinando sempre di più, coniugando le azioni repressive con le nuove tecnologie in una vera e propria guerra invisibile.

Fonte: Crime List

Cuba: dichiarato colpevole americano accusato di spionaggio

marzo 7, 2011 Spionaggio No Comments

L’operatore americano Alan Gross è stato dichiarato colpevole da un tribunale di Cuba di aver lavorato per danneggiare il governo dell’Avana e rischia ora una condanna fino a 20 anni. Lo ha reso noto la tv di stato Cunama. La sentenza è attesa “nei prossimi giorni”, secondo un comunicato del governo.

Secondo la nota del governo cubano letta in tv, Gross ha riconosciuto durante il processo di essere stato “ingannato” dalla società dipendente dal Dipartimento di Stato, per la quale lavorava per introdurre a Cuba “un progetto sovversivo per cercare di rovesciare la Rivoluzione”. È questa anche la tesi della procura cubana.

Gross rischia una condanna a 20 anni di prigione per il reato di “atti contro l’indipendenza o l’integrità territoriale dello Stato”. La stampa straniera non è stata autorizzata ad assistere al processo, che si è svolto presso il Tribunale provinciale dell’Avana.

Alan Gross, 61 anni, arrestato il 3 dicembre 2009 all’Avana, è accusato di aver introdotto sull’isola in maniera illegale telefoni satellitari, vietati a Cuba, per facilitare l’accesso a Internet ai dissidenti. Washington ha respinto l’accusa, dicendo che Gross si trovava all’Avana per facilitare alla comunità ebraica l’accesso a Internet.

L’arresto di Gross ha bloccato le iniziative che il presidente Barack Obama aveva cominciato a prendere nei confronti dell’isola dal suo arrivo alla Casa Bianca.

Fonte: Ticino News

Cuba, dovrebbe finire oggi processo a presunta spia Usa Alan Gross

marzo 6, 2011 Spionaggio No Comments

L’Avana (Cuba) – Dovrebbe tenersi oggi l’ultima seduta del processo a Alan Gross, il contractor americano arrestato a Cuba nel dicembre del 2009 per accuse di spionaggio. Il processo, iniziato ieri, si svolge a porte chiuse. Il ministero degli Esteri cubano ha fatto sapere in un comunicato che l’accusa e la difesa presenteranno oggi le dichiarazioni finali. La sentenza, se Gross dovesse essere dichiarato colpevole, sarà resa nota tra circa due settimane. L’uomo, accusato dalle autorità cubane di aver cercato di indebolire il governo dell’isola, rischia di passare 20 anni in carcere.

Fonte: Blitz Quotidiano

Intercettazioni.eu


Un aggregatore di articoli e guide online, su argomenti legati allo spionaggio, contro spionaggio, controllo accessi, intercettazioni, Sicurezza personale, protezione dei propri beni e dei vostri affetti.

Ricerca intestatario numero di cellulare

Vuoi sapere il titolare di un numero di telefono cellulare? o viceversa vuoi conoscere il numero di telefono partendo dall'intestatario? I numeri esteri non sono un problema! Chiamaci: 0803026530

Fornitura di sim card anonime

In abbinamento con i nostri telefoni cellulari Stealth Phone, per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza alle vostre conversazioni telefoniche, da oggi possiamo offrirvi anche una serie di schede SIM anonime, per ottenere le quali non c’è bisogno di alcuna registrazione.
Chiamaci per saperne di piu' allo 0803026530!

Recupero sms cancellati

Recuperiamo sms, dati cancellati da sim card e telefoni cellulari. Devi inviarci la sim card e/o il telefono cellulare. In meno di una settimana riceverai i dati estratti per e-mail o per posta. Chiamaci per ulteriori informazioni: 0803026530

Come localizzare un cellulare

Come si fà a localizzare un cellulare?. Tutti i telefoni cellulari una volta accesi e collegati alla rete dei provider telefonici mobili sono rintracciabili geograficamente. Chiamaci per saperne di piu': 0803026530

Sblocco codici autoradio

Il codice di un autoradio è unico, per ogni radio associata ad ogni telaio, in genere si trova scritto a penna in qualche libretto di garanzia o manutenzione dalla concessionaria. Se è impossibile ritrovarlo, chiamaci: 0803026530

Recupero password perse

Hai dimenticato la tua password per Excel, word, myspace, aol, facebook, yahoo, msn, hotmail, live, gmail, libero, aim, aol....etc? Possiamo aiutarti, chiamaci: 0803026530

 MICROSPIA GSM
microspia gsm IRIncredibile microspia GSM, la piu' piccola al mondo dotata di sensore infrarossi di movimento e di vibrazione. Intercetta anche le conversazione effettuate dal telefono di casa.

NEWSLETTER

e-mail:
nome:
 Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

Calendario

luglio: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Contattaci


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

Contattaci via Skype

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Guide alla videosorveglianza

Come arrestare il key bumbing, il furto senza traccia

La nuova frontiera dei furti, per ladri in continuo aggiornamento, è il “key bumping”. Si tratta dell’arte di aprire le porte delle abitazioni senza lasciare segni di effrazione. A Roma, i Carabinieri hanno arrestato una banda di georgiani, ben 37 persone, specializzate in furti in appartamenti nella città e in provincia. L’organizzazione criminale è risultata responsabile di decine di colpi in appartamenti, e in particolare, è specializzata nella tecnica consente …

I consigli del ladro per una difesa ottimale contro i furti in estate.

furti in appartamento

Le vacanze, per molte famiglie italiane, sono già iniziate. Le città si svuotano e le case rimangono sempre più isolate, soprattutto se i vicini decidono di partire nello stesso periodo. Quella delle vacanze estive, quindi, diventa un’occasione per ladri, professionisti e no, per entrare in azione, in quanto hanno meno possibilità di essere visti e acciuffati e possono, così, agire con più calma. Il giornale napoletano “Il Mattino” proprio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 4 – Visione filmati e integrazione

Passiamo alla quarta ed ultima parte della nostra guida, rispondendo a domande su come visualizzare i video di sorveglianza e come integrare le proprie apparecchiature di sorveglianza con altri sistemi video. 6. Visualizzare i video La maggior parte dei video di sorveglianza non viene mai vista da esseri umani, se non per indagini storiche. Alcuni sistemi a circuito chiuso consentono la visione in diretta, ad esempio come sistemi antitaccheggio in …

Guida alla sorveglianza video: parte 3 – Salvataggio filmati e analisi video

Proseguiamo con le nostre 7 domande, con la parte dedicata ai supporti di salvataggio dei filmati video, e all’analisi dei filmati registrati. 4. Salvataggio I video di sorveglianza sono quasi sempre salvati per recupero e revisione. La durata media dello stoccaggio è tra i 30 e i 90 giorni, anche se in alcuni casi il periodo può essere più breve, o durare anche per qualche anno. I due elementi più …

Guida al controspionaggio

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 2)

LEGGI LA PRIMA PARTE… – La scatola di una presa elettrica sembra essere stata spostata
. Le prese elettriche sono tra i punti dove più frequentemente vengono nascosti dispositivi di intercettazione, così come lo sono i rilevatori di fumo, le lampade o gli interruttori. Se notate della sporcizia (tipo segatura o …

Come capire se qualcuno ti spia (Parte 1)

A casa, in ufficio ed in qualsiasi posto vi troviate potreste essere spiati. Chiunque voi siate, e qualsiasi cosa facciate, vi può capitare di incontrare persone che, per interesse o per avidità di potere, desiderano di venire in possesso di vostre informazioni riservate, sia per danneggiarvi che per ottenere un …

Il fisco controllerà anche i telefoni

Tra le grandi manovre di controllo che si stanno operando per monitorare i contribuenti, pare che gli agenti 007 dell’Agenzia delle Entrate si stiano concentrando sulle intercettazioni del nostro cellulare. Iphone, Samsung o qualsiasi altra marca sia, il fisco non si pone limiti. Non si tratta di spiare il contenuto …

ADS

 

 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Rilevatore di giunzioni non lineari capace di scoprire dispositivi elettronici nascosti, anche se il dispositivo emette irradiazioni, abbia fili o sia acceso.
 MICROREGISTRATORI
Nuovissimi microregistratori digitali con durata di registrazione fino a 1200 ore. Utilissimi per raccogliere prove o scoprire tradimenti di ogni tipo. I modelli ad attivazione vocale VAS permettono inoltre una maggiore autonomia di consumi. Affidabilità, efficacia e prezzo conveniente.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spy phone, o cellulare spia, è un normale cellulare su cui viene installato un software spia capace di intercettare qualsiasi azione intrapresa sul cellulare stesso (chiamate, SMS, foto ecc.). Il software spia per spyphone è funzionante sulla maggior parte degli smartphone con sistema operativo Android, iOS e Blackberry.
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 MICROAURICOLARI
microauricolareI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all’auricolare celato nell’orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.

ARTICOLI IN RILIEVO

Come difendersi dalle intercettazioni telefoniche non autorizzate

28 Apr 2017

cellulare-criptato-anti-intercettazione

Mentre anche la politica d’oltreoceano, con la recente presa di posizione abolizionista del neo presidente americano Donald Trump, sembra muovere in direzione opposta a quella della tutela dei dati on line, garantirsi degli strumenti efficaci contro il furto di informazioni diventa ogni giorno più pressante. Lo stesso dicasi per le intercettazioni telefoniche abusive. Ovviamente in quest’ultimo caso ci riferiamo a tutte quelle operazioni non autorizzate da organi giudiziari competenti, ma comunque avviate in maniera indiscriminata …

Microspia GSM NANO-BUG. Per un ascolto efficace di veicoli o ambienti da qualsiasi distanza

9 Dic 2016

microspia-gsm-nano-bug_400x227

Se cercate una microspia audio dalle dimensioni realmente ridotte, facile da installare e capace di funzionare da qualsiasi distanza, allora la NANO-BUG è il dispositivo adatto a voi. Questo gioiellino di elettronica per l’intelligence funziona infatti grazie a un vettore GSM Quadriband che permette l’ascolto audio da qualsiasi postazione. Le caratteristiche più interessanti della NANO-BUG risiedono principalmente nella programmazione da remoto attraverso l’invio di SMS di comando (fino a 5 …

Come scoprire se qualcuno ti sta spiando in poche semplici mosse

21 Set 2016

spiare-bonifiche-ambientali

Temi che qualcuno abbia piazzato dei microfoni nel tuo appartamento? Hai paura che stiano spiando ogni tuo movimento? Sei convinto che nella tua auto ci sia una microspia? Vediamo insieme quali segnali prendere in considerazione per evitare qualsiasi abbaglio interpretativo e giungere invece alla verità. Prima di passare a elencare i segni tangibili e quelli meno evidenti di eventuali intercettazioni in atto, sarebbe  tuttavia opportuno chiedersi: perché dovrebbero spiare proprio …

Microregistratore digitale SAB-R1: lunga durata e dimensioni ridottissime

26 Ago 2016

microregistratore-digitale-sab-r1

Registra file audio a livello ambientale su memoria integrata da 8GB per 40 ore consecutive. Il micro registratore digitale SAB-R1, di recente ideazione, si colloca ai primi posti nel panorama dei dispositivi elettronici per la registrazione ambientale in modalità nascosta. Questo grazie soprattutto alla sua capacità di registrare e archiviare file in formato wave (ad altissima qualità audio) per una durata prossima alle 40 ore. Le sue ridotte dimensioni (4×1.7×0.8 …

Come proteggersi dal cyberbullismo. L’esempio di Facebook

26 Lug 2016

bullismo-facebook

Come difendere i nostri figli dai bulli che popolano la rete? La risposta potrebbe arrivare dalle linee guida pubblicate qualche tempo fa da Facebook su una pagina dedicata al bullismo, dal titolo: “Fermiamo il bullismo. Presentazione di strumenti, suggerimenti e programmi per aiutare le persone a difendere se stesse e gli altri“. L’obiettivo principale del noto social network è chiaramente quello di mitigare l’aumento di casi di violenza verbale, ingiurie …

Cellulare Stealth Phone non intercettabile con invio di SMS criptati

4 Lug 2016

stealt-phone-smartphone

In tempi in cui tutti si affannano a spiare tutti, la privacy delle comunicazioni sembra quasi diventata  un optional. Purtroppo, anche i casi di persone spiate al cellulare da concorrenti sleali, pirati informatici o altri individui senza scrupoli aumentano. Fermo restando le operazioni di intercettazione telefonica avviate legalmente dagli organi giudiziari, ogni altra azione di spionaggio telefonico rischia di diventare un pericolo da cui è necessario tenersi assolutamente alla larga. …

Localizzatore Quad-Track: rintraccia qualsiasi veicolo fermo o in movimento

8 Apr 2016

magnetic-gps-gprs-tracker-quadriband

Tracciamento in real time di auto, moto, camion, container ecc. A prova di intemperie! Se il vostro bersaglio vi sta mettendo a dura prova con spostamenti continui e improvvisi, il localizzatore quadribanda GPS-GPRS Quad Track è il tracker che fa per voi. In primo luogo perché è capace di captare il segnale di posizione con precisione impressionante (meno di 5m), quindi perché utilizza l’azione combinata del segnale GPS e GPRS …

ADS

 

 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta e il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.

Violazione dei diritti civili

Oltre 560 scrittori ed intellettuali firmano contro le intercettazioni

2 Gen 2014

Oltre 560 scrittori ed intellettuali firmano contro le intercettazioni

La bambina virtuale adescata da 20mila adulti

26 Nov 2013

Sweetie, una bambina virtuale, messa in rete come esca, per verificare quanto e come gli adulti si avvicinano ai piccoli via web. L’esperimento, condotto dall’associazione per i diritti umani olandese Terre des Hommes, ha purtroppo attirato, in appena due mesi e mezzo, oltre 20mila persone, 1000 delle quali identificate. Erano disposti a …

Il costo della nostra privacy

31 Lug 2013

Si è soliti sostenere che la privacy non ha prezzo, oggi però ci sono dei parametri attendibili con cui farsi un’idea: il tariffario con cui gli operatori telefonici e gli Internet service provider statunitensi vendono le conversazioni degli utenti al governo. Dopo il caso Snowden, a svelare il listino prezzi è stato il …

Spionaggio per manipolare i social network secondo il Guardian

10 Mag 2011

Lo dice il Guardian. L’esercito americano sta sviluppando un software che consente di manipolare segretamente i siti di social media utilizzando falsi personaggi online per influenzare le conversazioni su Internet e diffondere propaganda filo-americana. Una società californiana si è aggiudicata un contratto con la United States Central Command (Centcom), che …

Le vite degli altri a Pechino

7 Mag 2011

Istituiti nuovi controlli su Internet mentre la tv vieta i film di spionaggio e crimine Istituzione di un nuovo ufficio per coordinare i controlli di Internet, proibizione di teletrasmettere film che includono immaginari viaggi nel tempo, ma anche quelli di spionaggio e di crimine, e l’ex ministro della Pubblica Sicurezza, …